Ex ospedale Margherita, racconto fotografico di uno scempio FOTO

Ex ospedale Margherita, racconto fotografico di uno scempio FOTO

Silvia De Domenico

Ex ospedale Margherita, racconto fotografico di uno scempio FOTO

Tag:

venerdì 29 Marzo 2024 - 07:00

Abbandono, degrado, devastazione: ecco i padiglioni dopo gli ultimi incendi

MESSINA – Quel che resta di un ospedale. È stato punto di riferimento per la zona nord di Messina, poi dismesso e oggi in stato di abbandono. Nell’ex Margherita Il degrado e la devastazione sono evidenti sia all’esterno che all’interno di quelli che un tempo erano reparti. Dove prima si partoriva, si facevano visite specialistiche, ci si curava oggi rimangono solo segni di incursioni vandaliche e incendi di quei pochi arredi che restano da bruciare. Nelle ultime settimane ha fatto molto discutere il lancio di sassi dal tetto da parte di un gruppo di ragazzini. È bastato questo a far indignare la comunità messinese. Quei migliaia di metri quadrati divorati dalle erbacce e privati alla città da più di 20 anni non erano abbastanza per scandalizzare l’opinione pubblica.

Che fine ha fatto la Cittadella della cultura?

Il progetto della Cittadella della cultura giace nei cassetti della regione da troppo tempo. È qui che dovrebbero sorgere appunto la futura sede della Biblioteca regionale “Giacomo Longo”, del museo archeologico, di un museo del terremoto e della Soprintendenza per i Beni culturali e ambientali. Nel frattempo, il museo del terremoto è stato inaugurato, nel mese di novembre, al museo regionale di Messina, proprio accanto all’ex Margherita.

Purtroppo ancora oggi questo è lo stato dei luoghi, nel silenzio assordante da parte delle istituzioni. Vedi qui la gallery fotografica 👇🏻

Articoli correlati

3 commenti

  1. BUDDACI ANCORA NON CI VERGOGNIAMO …… MA SOLLEVIAMOCI 60 ANNI E PASSA DI MALGOVERNO MESSINESE E SICILIANO IN GENERE CON GENTAGLIA CHE CAMBIA CASACCA OGNI PIE’ SPINTO ….E PARLANO DI PONTE, RIDICOLI ……..NON AVEMU OCCHI PI CIANCIRI E VIP E VIPPINI POLITICI MESSINESI IL 99% DELLA SOLITA PARTE POLITICA CHE HA COMANDATO A MESSINA SENZA PUDORE VERGOGNIAMOCI ….MA SOLLEVIAMOCI MANDIAMOLI A CASA ……..

    4
    4
  2. Voi di Tempostretto svolgete un ottimo lavoro. Purtroppo servirà a poco. I politicanti della Regione cui tutto questo è dovuto, fra due mesi scateneranno i loro galoppini elettorali locali e i messinesi li voteranno, come sempre e come ogni volta, consegnandosi a galoppini servitori di interessi palermitani e catanesi….non c’è nessuna speranza.

    4
    5
  3. COGITO ERGO SUM 29 Marzo 2024 09:46

    Le foto sono molto eloquenti. Ma mi confermano nell’idea che quei locali, una volta ripuliti, ristrutturati ed adeguatamente rifunzionalizzati, potrebbero essere utili per la nostra Comunità. L’avvocato Palumbo, sagacemente, sposa la tesi di un loro riutilizzo in ambito di di Sanità Pubblica (ambulatori, uffici …) Ma permettetemi di aggiungervi anche quello culturale, non meno importante e civile : mi riferisco al riutilizzo del pad 10 di questo ex nosocomio , come sedi della Biblioteca Regionale “Giacomo Longo” (originariamente posta, nel secolo scorso, in quell’ edificio facente parte della centralissima cittadella universitaria, frequentato dai professori e dalla popolazione studentesca di Messina (e non solo!) , prospicente Via dei Verdi, e poi trasferito … nella Sede Arcivescovile di Via Primo Settembre, sempre al centro di Messina), nonché dell’ Emeroteca (Ufficio Periodici, quest’ultima, in atto, allocata al Villaggio Sant’Agata). Sarebbe fortemente auspicabile un’azione di loro accorpamento in tal senso, concertata con il competente Assessorato della Regione Sicilia, che andrebbe, indubbiamente, nel generale interesse della collettività.

    5
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile

Privacy Policy

Termini e Condizioni

info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007