Nasce la “Rete dei Teatri della Città metropolitana di Messina” - Tempostretto

Nasce la “Rete dei Teatri della Città metropolitana di Messina”

Nasce la “Rete dei Teatri della Città metropolitana di Messina”

mercoledì 14 Marzo 2018 - 05:13

Il progetto mira a mettere in un unico circuito spettacoli e servizi e punta alla valorizzazione delle attività culturali per generare indotto sul territorio

La realizzazione di una “Rete dei Teatri della Città Metropolitana” è l’obiettivo perseguito dalla Città metropolitana di Messina e dall’E.A.R Teatro di Messina. Ieri, si è tenuto un incontro nella Sala Boris Giuliano di Palazzo dei Leoni per iniziare a lavorare al progetto. Hanno partecipato i Direttori della sezione prosa e musica del Teatro, Celi Zanetti e Pappalardo, il sovrintendente Egidio Bernava Morante, il Presidente Luciano Fiorino, la Dott.ssa Angela Pipitò della Città Metropolitana con i rappresentanti dei teatri pubblici/privati e delle fondazioni culturali.

Dal primo giorno dell’insediamento ho sempre creduto nel valore delle reti e delle relazioni”, e questo di oggi è il primo passo per comprendere collegialmente le basi di una collaborazione tra i teatri della provincia messinese al fine di scambiare esperienze, professionalità e accrescere le potenzialità turistiche-culturali di ognuno nel rispetto delle caratteristiche individuali”, ha sottolineato il presidente Fiorino.

Sulla stessa lunghezza d’onda le dichiarazioni del sovrintendente Bernava: “Fare squadra nella cultura per creare un nuovo sistema è l’obiettivo che ci siamo posti nel riunire i rappresentanti dei teatri della Città Metropolitana di Messina. Diverse esigenze, diversi obiettivi, ma un fine unico, quello di creare un organico sistema della cultura messinese”

Varie le esperienze e le esigenze illustrate alla Dott.ssa Celi Zanetti, dai rappresentanti dei teatri. Ogni struttura porta con sé specificità come la capienza della struttura: ci sono teatri da 100 posti come nel Comune di Montalbano e teatri che possono ospitare anche 1000 persone, come il teatro “Placido Mandanici” a Barcellona. Anche le condizioni, gli allestimenti, i costi e le differenti aspettative sono aspetti più volte richiamati; elementi che debbono essere valutati attentamente per garantire la riuscita di questo progetto dalle molteplici valenze, non solo culturali.

“Rete di Teatri della Città Metropolitana” mira alla circuitazione degli spettacoli, dei servizi, punta alla valorizzazione delle attività culturali per generare indotto sul territorio.

“Abbiamo un teatro da 1000 posti e uno da 125, la Sala Laudamo, ma- ha detto la dott.ssa Celi Zanetti – dobbiamo individuare le caratteristiche di ognuno per centrare l’obiettivo comune”.

Ogni teatro presenterà una scheda con tutte le informazione sia sulle caratteristiche della struttura sia sulla tipologia artistica proposta, in modo da avere un quadro complessivo della situazione attuale.

Anche il Direttore della sezione musica, prof. Matteo Pappalardo ha illustrato alcune delle possibili idee da mettere in atto nei teatri, per esempio concerti, operette da far circuitare. “Tutti parliamo la stessa lingua – ha concluso la dott.ssa Celi – rivolgendosi ai rappresentanti dei teatri: la cultura, un linguaggio universale e tutti noi abbiamo desiderio di fare e portare avanti la cultura”.

Tra quindici giorni, il tempo concordato con i rappresentanti, dovrebbe essere pronta la piattaforma di dati su cui costruire il progetto “Rete di Teatri della Città Metropolitana di Messina.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007