Fc Messina - Santa Maria Cilento. Le pagelle - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Fc Messina – Santa Maria Cilento. Le pagelle

Simone Milioti

Fc Messina – Santa Maria Cilento. Le pagelle

lunedì 08 Marzo 2021 - 08:30

Bevis e Lodi sono i protagonisti del gol vittoria del Football Club Messina contro la Polisportiva Santa Maria e meritano un voto alto nelle nostre pagelle

Una partita molto equilibrata, vinta 1-0 dai peloritani, e in questa giornata più che in altre c’è anche chi non ha brillato tra le fila dei giallorossi. I voti nelle pagelle rifletteranno questo equilibrio con, da entrambe le parti, promossi e bocciati.

Partiamo dai due allenatori. Massimo Costantino (voto 7) riesce a venire a capo di una situazione difficile, senza due attaccanti squalificati (Carbonaro e Piccione) schiera dal primo minuto Bianco e Bevis che lo ripagano. Come ha aggiunto poi dopo la partita, la sua squadra ha dimostrato maturità.

Per Gianluca Esposito (voto 6) è mancata un po’ di fortuna. I suoi non venivano certo a Messina con l’intenzione di fare la partita. Hanno atteso e sono ripartiti; nel secondo tempo, in svantaggio, hanno costruito gioco e l’hanno fatto bene. Se un paio di situazioni fossero andate diversamente avremmo potuto essere qui anche a parlare di pareggio.

Le pagelle del Football Club Messina

Marone, voto 6. Non prende gol nemmeno questa volta e gli avversari tirano poco e quando lo fanno non prendono neanche la porta. Bene per il clean sheet ma questa volta manca un’uscita alta e Maggio fortunatamente lo grazie.

Ricossa, voto 6,5. A inizio match sembra un po’ affaticato, col passare dei minuti ritrova la solita spinta in attacco. Dietro invece solita attenzione difensiva.

Marchetti Domenico, voto 7. Domenico Maggio, con 12 gol all’attivo in questo campionato, non era certo un avversario facile. Lui invece lo annulla rendendolo quasi innocuo.

Da Silva, voto 6,5. Oltre a difendere egregiamente prova qualche volta anche a impostare col mancino. Si spinge spesso e volentieri in avanti e tenta la conclusione da fuori. Viene ammonito nel finale quando spende un fallo per bloccare la ripartenza dei campani.

Casella, voto 7. Schierato al posto di Aita inizia il match con personalità. Si propone molto sulla destra e quando c’è bisogno di ripiegare in fase difensiva è pronto.

Agnelli, voto 5. Una partita sottotono per il centrocampista giallorosso. Sembra non trovare la giusta posizione in campo, merito della fase difensiva della Polisportiva Santa Maria e non entra mai nel match (dal 66′ Giuffrida, voto 6. Entra in campo quando la sua squadra è già in vantaggio e quindi ci sono più spazi a centrocampo. Grazie alla sua esperienza riesce ad abbassare il ritmo di gioco).

Lodi, voto 7. Anche lui come i compagni di reparto soffre finché gli avversari non sono costretti dallo svantaggio a cambiare piano di gioco. Freddo dal dischetto, una sicurezza per la squadra con i suoi 5 gol nelle ultime 5 partite. Il suo nome scritto nel tabellino alza il suo voto, nonostante nel finale giochi anche un paio di aperture niente male per i compagni (dal 90′ Fissore SV, entra per blindare il risultato e rinforzare la linea difensiva).

Palma, voto 5,5. Una giornata difficile anche la sua, sempre per merito degli avversari. Alterna cose buone a cose meno buone. In entrambi i casi non è decisivo nel bene o nel male (dal 82′ Marchetti Alessandro, voto 6. Entra quando c’è da difendere il risultato. Qualche contrasto a fermare le avanzate degli ospiti e da fresco qualche strappo che fa rifiatare i compagni).

Bianco, voto 7. Per quasi mezz’ora i compagni sembrano non cercarlo. Poi cominciano ad arrivare i primi palloni e lui si mette in moto. Quando ha spazio ed è lanciato in corsa diventa anche pericoloso.

Caballero, voto 7,5. Una giornata difficile in cui stavolta serviva lottare per tenere alta la squadra, piuttosto che finalizzare il lavoro dei compagni. Riesce comunque a ritagliarsi le sue occasioni in cui provare a battere il portiere avversario, una fallita a tu per tu con Grieco. Bravissimo a difendere la palla, Costantino non avendo a disposizione un cambio che possa fare lo stesso lavoro sporco lo lascia sul terreno di gioco e nelle interviste post partito loda il suo lavoro.

Bevis, voto 7,5. Schierato per sostituire Carbonaro fa un grande lavoro. Punta gli avversari e cerca spesso la porta. Rincorre gli avversari in difesa. Perde anche qualche pallone potendo scaricare prima la palla, ma è da una sua percussione che nasce il rigore che decide il match (dal 74′ Arena, voto 7. Entra benissimo in campo. Solo per come combina con Bianco e poi serve l’assist a Caballero merita i complimenti).

I voti ai giocatori della Polisportiva Santa Maria

Per gli ospiti sufficienza piena per Grieco, Coulibaly e Maio. Grazie ai primi due lo scarto a fine partita è minimo. Il terzo invece è tra i più pericolosi in avanti quando la Polisportiva Santa Maria riesce a distendersi in ripartenza.

Giornata da dimenticare per Maggio, che rischia l’espulsione sul finire di primo tempo, graziato dall’arbitro quando allarga il gomito colpendo Da Silva in marcatura. Male anche gli esterni, Bozzoatre e De Gregorio, il primo non contiene quasi mai Bevis nel primo tempo; il secondo, quando il francese nel secondo tempo si sposta dal suo lato è costretto al fallo da rigore per fermarlo.

Articoli correlati

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x