“Messina nel 400 era all’avanguardia” - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

“Messina nel 400 era all’avanguardia”

Pierluigi Siclari

“Messina nel 400 era all’avanguardia”

venerdì 04 Gennaio 2019 - 06:46
Il film indipendente
“Messina nel 400 era all’avanguardia”

È stato presentato e proiettato presso il Salone delle Bandiere di Palazzo Zanca Il pittore e la Santa, film indipendente scritto da Nino Giordano e diretto da Biagio Cardia, e patrocinato dal Comune di Messina e dalla Città Metropolitana.

L’evento ha subito un cospicuo ritardo a causa di un problema tecnico riguardante un cavo, e nell’attesa Nino Giordano ha intrattenuto il pubblico con un ampio intervento che ha spaziato tra storia e attualità: “Si parla molto di cultura, ma la vera cultura porta benessere economico e sociale. Il nostro progetto arricchisce la città attraverso il racconto di due figure di grande spessore del passato. Nel 400 la nostra città era all’avanguardia in tutti i campi”. Giordano ha poi continuato a parlare della storia di Messina passando al secolo successivo a quello in cui si svolgono le vicende narrate dal film: “Nel 500 Messina era un centro nevralgico per la coltivazione e il commercio della seta; questo per ricordare che abbiamo avuto eccellenze in vari settori, anche se non ce ne ricordiamo. Con la cultura si può effettivamente dare un segno della nostra presenza; la cosa importante è essere uniti, perché se ognuno guarda solo al proprio orto o al proprio ruolo, non riusciremo a trasmettere niente”. Infine, ricordando Giorgio La Pira e Salvatore Quasimodo, Nino Giordano ha rivolto ai più giovani l’invito a aprire le braccia alla cultura e al piacere di imparare.

Trovato finalmente il cavo, e arrivati gli assessori Pippo Scattareggia e Vincenzo Trimarchi, ha avuto inizio l’evento. “È molto importante valorizzare due figure storiche della nostra cittàha dichiarato Scattareggia nel proprio breve intervento, per poi lasciare a Trimarchi, a sua volta estremamente sintetico: “Non vorrei parlare tanto di Antonello, conosciuto praticamente dappertutto, ma di Santa Eustochia. Quest’opera è anche uno strumento per condividere il nostro patrimonio religioso”. I due assessori hanno poi salutato i presenti e raggiunto il sindaco per adempiere ai propri doveri istituzionali.

“Biagio Cardia e Nino Giordano, con tanto impegno, ci hanno trasmesso l’orgoglio di essere messinesiha detto Agata Midiri, presidente dell’associazione culturale Zanclea, “Oltre ad Antonello e a Santa Eustochia ci sono tantissimi messinesi che meriterebbero di essere riscoperti e tirati fuori dall’oblio”.

Anna Maria Tripodo è intervenuta in rappresentanza della città metropolitana: Grazie ad Antonello tanti scorci di Messina sono esposti in tutto il mondo. Questo è solo uno dei motivi per cui il film di Cardia e Giordano va sostenuto; la città Metropolitana lo ha fatto prestando una serie di abiti d’epoca utilizzati durante le riprese”.

Il pubblico, numeroso nonostante la giornata insolitamente fredda per i canoni messinesi, ha poi potuto assistere alla proiezione del film, che verrà riproposto lunedì prossimo al PalaCultura.

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007