Fondazione Taormina Arte, il Consiglio ha approvato lo Statuto. Ora tocca alla Regione - Tempostretto

Fondazione Taormina Arte, il Consiglio ha approvato lo Statuto. Ora tocca alla Regione

Carmelo Caspanello

Fondazione Taormina Arte, il Consiglio ha approvato lo Statuto. Ora tocca alla Regione

domenica 13 Dicembre 2020 - 08:00

Verso la fine del commissariamento e la nomina di un Cda. Il sindaco: "Una vera istituzione culturale capace di far rinascere la città. Taormina avrà la centralità che le spetta"

TAORMINA – Il Consiglio comunale ha approvato lo Statuto della Fondazione di Taormina Arte. L’atto normativo approderà adesso alla Regione per l’approvazione. Solo a quel punto si porrà fine al commissariamento. E sarà nominato un Consiglio d’Amministrazione. Che sarà costituito  dal sindaco di Taormina (il quale assumerà la carica di presidente della Fondazione), da un esperto designato dallo stesso primo cittadino e da tre componenti, la cui nomina spetterà alla Regione.

“Nella massima trasparenza e nello spirito di collaborazione istituzionale che in questi casi deve prescindere dalla collocazione politica delle parti – spiega il sindaco di Taormina. Mario Bolognari (nella foto) – l’intesa tra il Comune e la Regione è rispondente agli equilibri corretti e rispettosi delle diverse esigenze dell’una e dell’altra parte. Il Consiglio comunale di Taormina, grazie alla determinazione e alla correttezza della maggioranza de ‘La Nostra Taormina’ – prosegue Bolognari – ha confermato l’intesa, resistendo alle strumentali e inutili provocazioni della opposizione. Quest’ultima, fingendo di difendere l’orgoglio locale – sbotta il sindaco – ha di fatto tentato di impedire l’approvazione dello Statuto e sperato di prolungare il commissariamento, con l’arma dell’ostruzionismo”. Bolognari ha ringraziato “i consiglieri di maggioranza che con determinazione e senso delle istituzioni hanno consentito di superare il commissariamento, dando a Taormina la centralità che le spetta, esprimendo il Presidente nella persona del suo sindaco pro-tempore. Una prova di compattezza e intelligenza, di equilibrio e lungimiranza politica che porterà a Taormina una vera istituzione culturale capace di fare rinascere la Città, oggi tanto colpita dalla crisi che il settore turistico mondiale sta vivendo a seguito della pandemia”. Poi il sindaco ha ringraziato “il Commissario Pietro Di Miceli, che fino al 31 dicembre 2019 ha con abilità e competenza abbattuto la gran parte dell’indebitamento di Taormina Arte e il Commissario Bernardo Campo, che ha accelerato l’iter di costituzione della Fondazione in piena condivisione con me e la mia Amministrazione”. Ringraziamenti anche per l’assessore regionale al Turismo, Manlio Messina “per la correttezza dei rapporti intrattenuti con il Comune di Taormina e per la chiarezza delle sue posizioni” e per il Presidente Musumeci. “Che ha seguito con interesse tutta la vicenda e che certamente adesso darà il suo consenso alla più rapida definizione degli ulteriori passaggi amministrativi. Spero che l’assessorato ai Beni culturali – conclude Bolognari – possa essere coinvolto, direttamente o attraverso il Parco archeologico di Naxos-Taormina, nella futura gestione della Fondazione per ridare a Taormina Arte la centralità nella organizzazione del cartellone estivo degli eventi di spettacolo al Teatro Antico”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007