Fondo Pugliatti ripulito ma tornano subito i rifiuti. De Luca: "Non puliamo più" - Tempo Stretto

Fondo Pugliatti ripulito ma tornano subito i rifiuti. De Luca: “Non puliamo più”

Marco Ipsale

Fondo Pugliatti ripulito ma tornano subito i rifiuti. De Luca: “Non puliamo più”

mercoledì 21 Agosto 2019 - 08:00
Fondo Pugliatti ripulito ma tornano subito i rifiuti. De Luca: “Non puliamo più”

Neppure il tempo di ripulire che subito compaiono nuovi rifiuti. E il sindaco s'infuria

MESSINA – Da qualche mese sono stati spostati i cassonetti, per riunire le postazioni in strade più larghe. Ma, a Fondo Pugliatti, ce ne sono quattro a soli cento metri dal punto in cui erano prima. Gli abitanti, però, continuano a lasciare i sacchetti lì.

Ieri sera l’area è stata ripulita ma oggi, già nel primo pomeriggio, erano di nuovo presenti rifiuti.

“Non farò più ripulire la discarica creata dagli abitanti del quartiere – dice il sindaco Cateno De Luca -. Ed aspetto che qualche cretino faccia il solito post per affermare che non puliamo a fondo Pugliatti come in altre zone urbane dove le discariche vengono bonificate ed a distanza di qualche giorno si ripresentano”.

“Ancora oggi – prosegue – ci ritroviamo a dover distogliere uomini e mezzi per la bonifica straordinaria di questa discarica. Non si comprende cosa spinga certi cittadini a buttare i rifiuti sotto le proprie finestre, è così difficile comprendere il danno che arrecano a loro stessi ed anche all’intera comunità? Ora ho deciso di non distogliere più dalla pulizia ordinaria i nostri operatori ecologici per queste discariche volontariamente create dai residenti. Sono convinto che domani sarà pieno di rifiuti nonostante i cassonetti distano circa 100 metri da quel sito dove viene creata la discarica. Ma che schifo!”.

Tag:

10 commenti

  1. U pisci feti da testa…Quannu u sceccu non voli biviri. Se non si cambiano le abitudini…Sara’inutile cercare di civilizzare.100 mt mica un km.

    3
    0
  2. Continuo a pensare che la mente umana è strana. Per avere accusato i messinesi di essere quello che sono Ialacqua fu accusato da stampa e commentatori di essere un incapace. De Luca con toni diversi, oggi afferma la medesima cosa. Entrambi hanno perfettamente ragione ed avvalorano la tesi di chi da anni sostiene che l’unica via è il cambiamento culturale. De Luca non può farcela, perché come scritto mille volte nessuna amministrazione può combattere contro la propria cittadinanza. Non rientra nei suoi compiti e non ne ha i mezzi, non in queste proporzioni.

    3
    0
  3. Quartieri come fondo Pugliatti ce ne sono a iosa a Messina, e sono popolati da xxxxxx, una xxxxxx xxxxxxx xxxx xx xxxxxxxxx più di un giorno. Ce la prendiamo con gli immigrati di colore accusandoli di essere brutti, sporchi e cattivi, senza sapere che i veri porci sono autoctoni e ce li abbiamo in casa da tempo.

    6
    1
  4. Non c’è speranza anzi su solo una Kim Jong Iang il sindaco fa bene a non pulire più

    0
    0
  5. …non c’è nulla da fare…il messinese è il peggio della specie umana, mi dispiace dirlo nemmeno gli animali sono cosi.
    Telecamere, multe, fermi amministrativi, pagamento delle multe nella bolletta luce, distaccamento della stessa per i morosi, sequestro auto, sequestro dello stipendio,fedina penale macchiata…colpisci Cateno bastona, la Messina dei cittadini civili è con te.

    0
    0
  6. Per chi come me è stato nei paesi arabi ha conosciuto cosa è per quel popolo la pulizia ed il comportamento corretto e civile. Noi , meglio dire i messinesi si ritengono puliti e ordinati, ma quando mai se appena non li vede nessuno buttano la spazzatura e quant’altro mattina pomeriggio e mai la sera. Sopratutto in questi villaggi abitati da xxxxxxx, presuntuosi, xxxxxxxx e xxxxxxxxxx, ovviamente non tutti ma buona parte, come si può insegnare la civiltà?

    1
    0
  7. Giovanni patti 21 Agosto 2019 11:40

    Il signor de luca non tiene in conto che noi messinesi siamo i buddaci….

    0
    0
  8. L’ignoranza regna sovrana nel paese dei buddaci capaci solo di lamentarsi. Purtroppo a pagare saranno anche le persone civili che rispettato le regole. Consiglio appostamenti preventivi la dove vengono spostati i cassonetti perché questo non è il primo caso ne sarà l’ultimo…

    0
    0
  9. Caro Signor Sindaco, invii agli abitanti della zona (e di tutte le zone di Messina che adottano medesimo, incivile e indecoroso, comportamento) le spese straordinarie per la pulizia dell’area. E faccia in modo che quelle spese vengano pagate, poi, forse, qualcosa cambierà.
    Peccato, poi, le stesse persone di certi quartieri (e non solo quello interessato, quelli della presunta “Messina bene” non sono meglio, questo sia chiaro, perché è palese!) si lamentino, citando esempi civili da seguire come Milano (Roma e Napoli non sembra il caso…). Le stesse persone che, in quella città, si comportano civilmente, poi tornano a casa e…

    0
    1
  10. Speriamo che chi adesso manifesta la giusta solidarietà al sindaco, se ne ricordi quando accederà agli account social in modo da evitare il “cretino che fa il solito post affermando che non puliamo….”

    0
    0

Rispondi a Arcistufo2.0 Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007