Birra Triscele: per i lavoratori è cassa integrazione per crisi - Tempo Stretto

Birra Triscele: per i lavoratori è cassa integrazione per crisi

Birra Triscele: per i lavoratori è cassa integrazione per crisi

venerdì 10 Giugno 2011 - 22:46
Birra Triscele: per i lavoratori è cassa integrazione per crisi

L’azienda annuncia lo stop dell’attività produttiva a causa della crisi di mercato. Sostegno al reddito per 12 mesi ai 43 lavoratori. Soddisfatti i sindacati, ma la produzione riprenderà?

Novità importante in merito alla vertenza riguardante la Birra Triscele: dopo un incontro tra le parti (dipendenti, sindacati, proprietà) all’ufficio provinciale del lavoro, sono infatti state avviate le procedure per la cassa integrazione per crisi. La nuova svolta si è concretizzata nel corso dell’incontro convocato per valutare la possibilità di attivazione della Cassa integrazione straordinaria.

Nel corso della riunione presieduta dal direttore dell’UPL, Francesco De Francesco, l’amministratore unico
della Triscele Francesco Faranda, accompagnato dai suoi consulenti, ha fatto presente che nonostante l’azienda abbia già attivato contratti di solidarietà, si vede costretta a sospendere l’attività produttiva anche
a causa della crisi di mercato. Le parti hanno quindi deciso di avviare le procedure di accesso alla Cassa integrazione straordinaria per crisi aziendale a decorrere dal 1° Giugno che consentirà l’accesso ad un sostegno al reddito per 12 mesi ai 43 lavoratori.

Soddisfazione è stata espressa da parte delle organizzazioni sindacali rappresentate da Giovanni Mastroeni, segretario generale della Flai Cgil Messina, da Vincenzo Pulizzi della Cisl e Antonio Valastro della Uil per l’avvio di questa misura di sostegno al reddito dei lavoratori. Permane però un grande punto interrogativo sul futuro dell’azienda. Nel corso dell’anno in cui il reddito ai lavoratori verrà garantito, l’azienda, che ha più volte ribadito la volontà di riprendere l’attività produttiva, non ha escluso “un’eventuale” delocalizzazione dello stabilimento. Ma sulla stessa non vi sono certezze. Gli amanti della buona birra locale sperano, ma l’eventuale anno di stop non favorirà commercialmente quei marchi, come Birra del Sole e Patruni e Sutta, che stavano pian piano affermandosi sul mercato. (ER)

Tag:

4 commenti

  1. forse,l’ultima realtà produttiva di Messina chiuderà i battenti.Oramai la città è in crisi profonda ed i nostri politici cercano ancora di spartirsi gli stracci,invece di dedicarsi all’economia cittadina,alla pulizia,all’ordine ed all’educazione del popolo.

    0
    0
  2. smedileantonio@libero.it 11 Giugno 2011 08:32

    ANCORA UN’ALTRO PEZZO DELLA CITTA’ CHE MUORE NELL’ASSULUTA INDIFFERENZA DELLE NOSTRE ISTITUZIONI….VERGOGNATEVI

    0
    0
  3. E’ anomalo che la birra prodotta dalla Henninger venga spacciata con l’etichetta di “birra messina” che ha gusto e qualità inferiori alla “birra del sole” e “patruni e sutta”. Penso che la riduzione delle vendite sia dovuta alla confusione generata nel consumatore, il quale è convinto che la “birra messina” venga prodotta nello stabilimento di via Taormina. Mi ricordo che quarant’anni fa c’era l’aranciata il chinotto, la limonata e il ginger marcati “trinacria” che si vendevano in estate. Non credo che la gente abbia meno sete di allora. A Messina la birra prodotta in loco si può vendere a prezzo concorrenziale perchè si riducono le spese di trasporto.

    0
    0
  4. Io, da quando la birra del sole è comparsa sul mercato, ho chiesto sempre quella.
    Sia perché, secondo me, è buona, specialmente quella cruda, sia per acquistare un prodotto locale e favorire l’economia della città.
    Speravo che tanti la pensassero come me, che si rendessero conto, i negozianti ed i clienti, che proponendo e consumando prodotti locali l’economia della città cresce, “gira” come si dice in gergo, e tutti, ma proprio tutti, di ciò non possiamo che trarne beneficio.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007