Operazione Shuttle, la donna capo del giro di droga. Domani gli interrogatori - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Operazione Shuttle, la donna capo del giro di droga. Domani gli interrogatori

Alessandra Serio

Operazione Shuttle, la donna capo del giro di droga. Domani gli interrogatori

mercoledì 20 Dicembre 2017 - 08:52
Operazione Shuttle, la donna capo del giro di droga. Domani gli interrogatori

Giovedì e venerdì il confronto col giudice che ha arrestato Giacoma Cambria, compagna del noto Maurizio Papale, che aveva preso le redini del traffico di droga con la Puglia dopo l'arresto del marito. Ecco come la cocaina viaggiava nei bus di linea.

E' domani il giorno fissato per il confronto tra il Giudice per le indagini preliminari Daniela Urbani e le tre persone che sono andate in carcere nell'operazione antidroga Shuttle.

Il giudice, tra giovedì e venerdì, sarà a Gazzi per gli interrogatori di garanzia di Giacoma Cambria e i fratelli Michele e Giovanni. I tre, assistiti dagli avvocati Nino Cacia e Salvatore Silvestro, decideranno se rispondere o tacere, avvalendosi della facoltà di non rispondere.

In sostanza sono accusati di gestire il traffico di droga, intercettato dalla Guardia di Finanza di Messina a partire dal 2015, che dalla Puglia e la Calabria arrivava a Messina a bordo dei bus di linea – da qui il nome del blitz.

Il Giudice sentirà anche le persone alle quali ha concesso i domiciliari, ovvero Grazia Leo, Domenico Papale, Biagio Merlino, Salvatore Papale, Giovanna Mantineo e Micol Marcu.

Erano loro la rete di collaboratori di Giacoma Cambria, compagna del noto Maurizio Papale. Quando il marito viene arrestato, nel 2015, dopo la scoperta di 10 chili di hashis in un capannone, Giacoma non esita a prendere le reti del traffico di droga anche pesante, grossi quantitativi di cocaina che arrivavano dall'Albania attraverso la Puglia, e dove era sempre lei a tenere i rapporti con i soggetti italiani terminali del traffico internazionale.

I finanzieri messinesi hanno ricostruito tutte le attività della Cambria e i vari ruoli tenuti dai suoi "collaboratori", tra corrieri e pusher, tramite le intercettazioni telefoniche ed ambientali. Intercettazioni partite proprio da quel carico intercettato agli imbarcaderi della Caronte&Tourist due anni fa, il panetto da 5 chili sul bus di linea proveniente dalla Puglia.

Se smerciato, avrebbe fruttato al gruppo almeno mezzo milione di euro.

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007