Sequestro Cappellani, tutto da rifare - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Sequestro Cappellani, tutto da rifare

Alessandra Serio

Sequestro Cappellani, tutto da rifare

mercoledì 23 Maggio 2018 - 19:22
Sequestro Cappellani, tutto da rifare

La Cassazione conferma il dissequestro della quota di Di Prima e chiede al Tribunale di riesaminare il sequestro disposto a carico di Dino Cuzzocrea. Sotto chiave erano finite le mura della clinica privata, dopo un'inchiesta sulle società dei Cuzzocrea.

Tutto da rifare per il sequestro delle mura della clinica Villa Cappellani, messe sotto chiave il 29 settembre dello scorso anno nell'ambito dell'indagine su alcuni presunti episodi di riciclaggio all'ombra della Immobiliare Cappellani srl.

La II sezione della Corte di Cassazione ha confermato il dissequestro deciso dal Tribunale del Riesame di Messina il 14 ottobre successivo, respingendo la richiesta della Procura di annullare la decisione del Collegio della Libertà. Per le quote di Dino Cuzzocrea, invece, la Suprema Corte ha chiesto al Riesame di rivedere la decisione adottata ad ottobre, con la quale il Collegio aveva confermato il sequestro operato dalla magistratura. Si torna davanti ai giudici messinesi, quindi, che possono dissequestrare o tornare a confermare la loro prima decisione, ma dovranno comunque tener conto dei rilievi mossi dai giudici romani.

La decisione della Cassazione è arrivata dopo l'udienza di ieri in cui sono intervenuti gli avvocati Alberto Gullino e Bonni Candido.

Lipotesi al centro dell'inchiesta è che la Immobiliare Cappellani sia servita per il rientro di capitali all'estero, in parte scudati dopo essere fatti uscire dal paese. Al centro dei passaggi, la fiduciaria lussemburghese Aughi. Anche sull'origine del capitale esportato la Procura di Messina vuole vederci chiaro..

Agli atti degli accertamenti anche le dichiarazioni di Giovanbattista Pizzo e Grazia Romano, gli imprenditori della sanità che alla metà dello scorso anno acquistarono Villa Cappellani srl, poi trasformata in Sanagroup: hanno confermato di aver sempre trattato coi Cuzzocrea.

Oggi l'attività sanitaria della clinica è gestita dal gruppo Giomi, non coinvolto nell'indagine.

Alessandra Serio

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007