Mafia a Barcellona, anche Aliberti al 41 bis - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Mafia a Barcellona, anche Aliberti al 41 bis

Al.Ser.

Mafia a Barcellona, anche Aliberti al 41 bis

Al.Ser. |
martedì 28 Gennaio 2014 - 16:14
Mafia a Barcellona, anche Aliberti al 41 bis

Carcere duro per un altro colletto bianco del clan, l'imprenditore sessantenne che aveva assunto la reggenza dopo l'arresto di Sam di Salvo

Un altro esponente dei barcellonesi al carcere duro. Francesco Aliberti, 60 anni, imprenditore tra i più grossi della zona nel settore serramenti, era stato investito nell'estate 2011 del ruolo di reggente del clan, dopo la prima maxi retata Gotha di Carabinieri e Polizia contro boss e fiancheggiatori. Ne luglio scorso era stato arrestato anche lui, nella quarta tranche dell'inchiesta. Poi il sequestro dei ben, per quasi 4 milioni di euro. Oggi il Ministro della Giustizia, Anna Maria Cancellieri, ha disposto per lui il regime del 41 bis. Su richiesta dei pm della Dda Angelo Cavallo e Vito Di Giorgio, Aliberti sarà ora rinchiuso nel carcere di massima sicurezza di Spoleto. Soltanto fino ad un anno fa la sua fedina penale era quasi "intonsa". Del suo stretto rapporto con il clan poco si sapeva ufficialmente. E proprio il suo ruolo di insospettabile avrebbe spinto gli esponenti dei barcellonesi ad affidargli la reggenza, quando comincio la controffensiva delle forze dell'Ordine. Aliberti era così convinto di non avere gli occhi addosso che parlava a ruota libera degli affari sporchi, bella sede della sua azienda come in auto. Le cimici ben piazzate dagli investigatori lo hanno così incastrato.

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007