Hotspot di Bisconte: a breve un vertice del M5S - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Hotspot di Bisconte: a breve un vertice del M5S

Rosaria Brancato

Hotspot di Bisconte: a breve un vertice del M5S

sabato 22 Agosto 2020 - 15:44
Hotspot di Bisconte: a breve un vertice del M5S

"Le problematiche devono essere risolte una volta per tutte" spiegano i deputati nazionali e regionali del M5S

La questione dell’hotspot di Bisconte sarà al centro di un vertice nei prossimi giorni tra il M5S e la ministra Lamorgese. La situazione si sta facendo sempre più tesa, sia per le fughe dei migranti che per le condizioni di vita all’interno dell’hotspot ed i 5stelle hanno intenzione di trovare una soluzione in tempi brevi.

“Troppi disagi”

La situazione che si è venuta a creare a seguito dei flussi migratori provenienti dalla Tunisia ha provocato molteplici disagi alle comunità che ospitano cas e hotspot per via del particolare status di questi migranti e accentuato dal regime di quarantena a cui devono essere sottoposti- spiegano i deputati pentastellati nazionali e regionali D’Uva, D’Angelo, De Luca e Zafarana- Tra gli abitanti che stanno patendo i maggiori disagi, anche per via delle fughe di migranti, rientrano certamente quelli del villaggio di Bisconte a Messina”.

La questione Messina è ritornata in primo piano e lo stesso deputato regionale Antonio De Luca ha chiesto nelle scorse settimane la chiusura definitiva del centro di Bisconte e il trasferimento dei migranti presso altra sede.

Residenti preoccupati

La questione non è di semplice risoluzione – spiegano i deputati M5S De Luca, Zafarana, D’Uva e D’Angelo – e con il Governo Nazionale stiamo vagliando possibili alternative alla sede messinese, ma considerato che l’hotspot di Messina ricade all’interno del perimetro urbano, ed oggi è vissuto con preoccupazione dai residenti a causa delle fughe di alcuni migranti, certamente dovrà essere risolto una volta per tutte“.

La richiesta è stata ribadita in queste ore nel corso di un colloquio telefonico avvenuto tra gli stessi Vito Crimi e Antonio De Luca e sarà affrontato durante un vertice che sarà organizzato dal Viceministro prossimi giorni.

Garantire sicurezza

“Messina continua ad essere una città multirazziale e ospitale, – concludono i portavoce messinesi – le condizioni di sicurezza dei cittadini devono essere garantite sempre e comunque e in questo momento non lo sono, per questo stiamo profondendo il massimo impegno per risolvere il problema una volta per tutte, con pochi annunci, per come è nostro costume, ma con grande determinazione”.

Articoli correlati

Tag:

2 commenti

  1. Quindi ora che i pentastellati faranno(ma quando?) un vertice con la ministra il problema c’è? Sinora quindi le proteste degli abitanti non erano state tenute in considerazione. A maggior ragione le richieste del sindaco proprio perché fatte da lui. Sinora la ministra e la prefetta di Messina avevano sminuito il problema. Ora invece il merito se lo prenderanno i nostri deputati pentastellati. Complimenti.

    0
    0
  2. Meno male che c’è qualcuno che sta profondendo il massimo impegno per risolvere il problema una volta per tutte, con pochi annunci, per come è loro costume (spero non sia quello da bagno, vista la stagione e l’interesse mostrato fino a ora), ma PURE con grande determinazione. Ma dove siete stati fino ad ora, visto che il problema è perenne?

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x