I torrenti di Messina a rischio esondazioni - Tempostretto

I torrenti di Messina a rischio esondazioni

Segnalazione WhatsApp

I torrenti di Messina a rischio esondazioni

domenica 06 Novembre 2022 - 09:22

La pericolosa situazione dei torrenti cittadini occlusi da piante e rifiuti merita un rapido intervento di sistemazione. L'impegno della Regione Sicilia

Segnalazione WhatsApp al 366.8726275: “Torrente Ciaramita, Annunziata. Per carità, avvisate qualcuno competente. Siamo a novembre e a nulla è servita la morte della famiglia Carità per lo straripamento del torrente per effetto dell’alveo occluso nello stesso posto? Il Comune intervenga subito”.

La situazione allarmante appena descritta riguarda purtroppo la generalità dei torrenti cittadini. Ad onor del vero bisogna dire che la Regione Sicilia ha recentemente stanziato 8 milioni di euro per realizzare opere di pulizia e ripristino degli argini nei circa 80 torrenti, situati tra i confini nord e sud della città. L’operazione, da svolgere attraverso la Struttura contro il dissesto idrogeologico, prevedeva quattro gare d’appalto. I termini per presentare offerte scadevano tra la fine di ottobre e gli inizi di novembre. Non resta che sperare in un rapido perfezionamento degli adempimenti burocratici. Purtroppo, infatti, gli eventi alluvionali sono ormai frequenti e non bisogna farsi trovare impreparati.

Torrente Ciaramita a  rischio esondazione
Il torrente Ciaramita occluso dalle piante

Tag:

Un commento

  1. certo che la provicia lascia a desidererare siamo o no una città metropolitana? Perciò si sburucratizzino provincia e comune cosi praticamente faranno le cose per bene.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007