Incubo tangenziale Messina, nuova battaglia per l'eliminazione del pedaggio - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Incubo tangenziale Messina, nuova battaglia per l’eliminazione del pedaggio

Alessandra Serio

Incubo tangenziale Messina, nuova battaglia per l’eliminazione del pedaggio

giovedì 29 Luglio 2021 - 07:02

Un tir in panne nella rotonda di Giostra ha mandato ko il traffico in tangenziale. Ennesima protesta di Biancuzzo per abolire il casello a Ponte Gallo

Un’altra mattinata di passione, ieri, per gli automobilisti in transito sulla tangenziale di Messina. Un tir in avaria nella rotonda dello svincolo di Giostra, intorno alle 9, ha messo sotto scacco l’intero traffico in direzione Messina, tra Villafranca e Giostra. Soltanto diverse ore, quando il mezzo è stato rimosso, il traffico è tornato “normale”.

Mario Biancuzzo eliminazione pedaggio Ponte Gallo
Mario Biancuzzo

Rallentamenti e lunghissime code sono però all’ordine del giorno. Per questo torna a farsi sentire Mario Biancuzzo, consigliere della IV municipalità del Comune di Messina, tra i principali protagonisti della trentennale battaglia – ad oggi perduta – per l’abolizione del pedaggio a Villafranca.

“I cittadini che percorrono questa tratta si ritrovano inspiegabilmente a pagare, un €1,20 centesimi per compiere circa 6 km, senza motivo alcuno, un pedaggio assurdo, illegittimo ed insensato  che non ha precedenti in nessuna parte del mondo. Anno dopo anno la tratta Messina Nord – Boccetta è carente di sicurezza e di manutenzione, visto che i lavori in corso si perdono nella notte dei tempi non ricordiamo più quando sono iniziati, ma soprattutto continuiamo a non sapere se e quando finiranno. A tutte le ore del giorno si cammina in fila indiana, tutti incolonnati su una sola carreggiata obbligati dai lavori infiniti che impediscono la normale viabilità mettendo  a repentaglio l’incolumità. Nel caos più totale di ore interminabili di file in autostrada “non c’è re né regno” e neanche la presenza della Protezione Civile.”

“Nell’aggravarsi delle criticità della tangenziale Messina Nord – Boccetta e viceversa diventa insopportabile pagare per un servizio del tutto assente. E’ inaudito che le istituzioni preposte facciano finta di non capire e di non sapere che la città di Messina è sottoposta ad una discriminazione inaccettabile, perché far pagare i cittadini residenti nello stesso territorio non  è soltanto discriminatorio e vessatorio ma un vero e proprio abuso perpetrato ai danni del territorio, dei cittadini  e non di meno nei confronti di qualsivoglia normativa, considerando la petizione effettuata per l’abolizione del pedaggio e le innumerevoli sollecitazioni effettuate da parte del sottoscritto nei confronti delle varie Istituzioni locali e statale.”, conclude Biancuzzo.

Tag:

4 commenti

  1. Franco Fabiano 29 Luglio 2021 08:55

    Pagheremmo tranquillamente il pedaggio se avessimo un’autostrada scorrevole e sicura! Quindi quella del pedaggio è una battaglia demagogica e inconcludente. La ” battaglia ” andrebbe fatta a chi ha gestito fino adesso in maniera cialtronesca e da incapaci, non solo il tratto autostradale in questione, ma l’intera rete, mi riferisco alla Messina-Catania e alla Messina-Palermo. Detto alla messinese…dopo tutto questo bello giro di parole che fino a qui ho fatto, mi chiedo…ma l’amministrazione comunale dov’è?

    10
    2
  2. ..scusatemi…visto che sono tutti sordi…proporrei:
    -ognuno di noi al passaggio del casello per il pedaggio..si rifiuti di pagare o meglio si dice “non ho soldi…mi faccia la ricevuta”…e poi chi si è visto si è visto…qualcuno si domanderà perchè non paga nessuno….sbaglierò?
    che vergogna.

    9
    4
  3. Caro Biancuzzo sono d’accordo con Lei, ma togliendo il pedaggio a Villafranca si creerebbe un intasamento a Villafranca poiché non pagando tutti coloro che si recano a Rometta, Spadafora e Venetico uscirebbero o entrerebbero tutti a Villafranca, vedi che caos, di conseguenza o si toglie il pedaggio in ambedue i caselli o meglio credo sia piu’ logico lasciare tutto invariato.

    1
    1
  4. considerando la petizione effettuata per l’abolizione del pedaggio e le innumerevoli sollecitazioni effettuate alle varie Istituzioni locali e statale, il silenzio più assoluto. Caro Biancuzzo il fatto è che quel tratto porta molti soldini, e visto che le sue sollecitazioni e quelle di altre migliaia di suoi colleghi prima e dopo di lei, nonostante le migliaia di firme raccolte, a Palermo e a Roma non hanno sortito alcun effetto perchè fanno i finti sordi. Lo svincolo di villafranca del tutto illegale perche trattasi di tangenziale e come il ponte sullo stretto bla bla bla, finisce tutto in una bolla di sapone. Vedrà che tra un paio di mesi un altro personaggio si sveglierà la mattina e riprenderà questo discorso sullo svincolo senza concludere nulla.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x