Formazione, il M5S: "L'Unione Europea accerti se ci sono state violazioni dei diritti" - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Formazione, il M5S: “L’Unione Europea accerti se ci sono state violazioni dei diritti”

Formazione, il M5S: “L’Unione Europea accerti se ci sono state violazioni dei diritti”

lunedì 21 Novembre 2016 - 23:01
Formazione, il M5S: “L’Unione Europea accerti se ci sono state violazioni dei diritti”

"In attesa dei tempi della giustizia italiana gli 8 mila operatori vivono una situazione di estrema precarietà. Nessuna risposta anche per gli utenti. L'Europa finanzia la formazione siciliana, chiediamo che intervenga". Così i deputati grillini Tancredi e Corrao

Dopo la bufera che si è abbattuta sulla graduatoria degli Enti destinatari dei fondi dell’avviso 8, sull’argomento sembra essere calato il silenzio, anche perché l’intera classe politica regionale è impegnata per la campagna referendaria.

A riaprire l’argomento sono i 5stelle.

“La condizione di precarietà ed incertezza in cui sono costretti a vivere gli operatori della formazione professionale in Sicilia potrebbero costituire una violazione del diritto dell'Unione Europea”. A dichiararlo sono i deputati M5S Sergio Tancredi (Ars) ed Ignazio Corrao (Parlamento Europeo) che hanno predisposto un’ interrogazione indirizzata alla Commissione Europea.

I due esponenti del movimento ricordano come dal 2013 quasi tutte le Procure della Regione siciliana hanno avviato inchieste su irregolarità nell'utilizzo di risorse destinate agli enti di formazione. Nelle inchieste e nelle varie operazioni, come ad esempio i due filoni di Corsi d’oro a Messina, o l’indagine sul Ciapi, risultano coinvolti politici, dirigenti, funzionarii.

“Alcune inchieste- evidenziano i 5Stelle- sono state sollecitate dall'UE tramite l'OLAF. I tempi della giustizia italiana sono lunghi e nel frattempo le occasionali misure di sostegno al reddito portano gli 8000 operatori della formazione professionale siciliana ad una lenta degenerazione della grave situazione professionale, economica e sociale, gettando nell'incertezza e nella precarietà anche la vita delle rispettive famiglie. Migliaia di utenti, tra cui disabili, non possono fruire delle attività formative, addirittura alcuni di loro non hanno potuto completare il percorso formativo, non riuscendo a conseguire le qualifiche”.

In base a queste premesse Corrao e Tancredi sottolineano come la formazione professionale siciliana venga in gran parte finanziata dal fondo sociale europeo, pertanto l’interrogazione è volta a capire se siano previste “misure eccezionali per far fronte alla grave crisi in cui versa la formazione professionale siciliana, gli operatori e gli utenti e se la Commissione valuta la condizione di precarietà e incertezza, degli operatori professionali siciliani, rispettosa del Diritto dell’Unione. Il disastro creato nel mondo della formazione- da scelte incomprensibili sotto il profilo amministrativo, non poteva non creare serie ripercussioni, vista la compressione di diritti dei lavoratori dei ragazzi che non hanno usufruito di un diritto garantito costituzionalmente”.

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007