Ospedale Lipari, il Megafono prova a evitare la chiusura del punto nascite - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Ospedale Lipari, il Megafono prova a evitare la chiusura del punto nascite

Serena Sframeli

Ospedale Lipari, il Megafono prova a evitare la chiusura del punto nascite

lunedì 31 Agosto 2015 - 22:54
Ospedale Lipari, il Megafono prova a evitare la chiusura del punto nascite

Il movimento si sta attivando per evitare la chiusura del reparto; nella stessa situazione diversi ospedali siciliani

Con la chiusura dei punti di nascita e reparti di ostetricia che effettuano meno di 500 parti annuali, anche il reparto del nosocomio di Lipari è a rischio. A vivere la stessa situazione sono gi ospedali di Bronte, Mistretta, Mussomeli, Licata, Santo Stefano di Quisquina e Madonna dell’Alto di Petralia.

Tanti gli appelli dei sindaci, dei comitati spontanei e delle mamme, soprattutto nelle isole visto che l’ospedale di Lipari serve tutto l’arcipelago eoliano. Negli ultimi giorni diversi erano stati gli appelli, anche da parte degli addetti ai lavori e da alcune associazioni, senza naturalmente dimenticare la sfera politica.

In particolar modo il movimento “Il Megafono”, grazie alla presenza costante di Alessandro La Cava sul territorio, si sta attivando, tramite il coordinamento provinciale del movimento rappresentato da Massimo Finocchiaro, ascoltando il comitato spontaneo delle mamme e qualche addetto ai lavori che, nel proprio ambito professionale, ha dato anche un contributo ai tavoli ministeriali.

Il Presidente Crocetta, che si è sempre battuto per una deroga come soluzione definitiva per i punti nascita in aree critiche a condizione che si ripristinino e si rispettino tutti gli standard di sicurezza, ha messo così in contatto i rappresentati del movimento “Il Megafono” con il neo Assessore alla Sanità, Baldo Gucciardi, il quale si è reso immediatamente disponibile ad accogliere un’ istanza per il Comune di Lipari.

Gucciardi è pronto ad aprire una nuova vertenza, chiedendo la riapertura di un tavolo di trattative sui punti nascita.

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007