Istituito tavolo ministeriale su Brucellosi e Tubercolosi in Sicilia - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Istituito tavolo ministeriale su Brucellosi e Tubercolosi in Sicilia

Redazione

Istituito tavolo ministeriale su Brucellosi e Tubercolosi in Sicilia

mercoledì 28 Agosto 2019 - 11:23
Istituito tavolo ministeriale su Brucellosi e Tubercolosi in Sicilia

Soddisfazione del deputato del Movimento Cinque Stelle Antonio De Luca

Palermo – “Siamo riusciti a far attivare a livello ministeriale il tavolo sulla Brucellosi e la Tubercolosi in Sicilia. Da troppo tempo le malattie animali stanno compromettono in maniera grave l’intero comparto zootecnico siciliano con gravi ripercussioni sull’intera economia isolana e costituiscono anche un serio pericolo per la salute umana. Da oggi partono finalmente una serie di risposte”. A riferirlo è il deputato regionale M5S Antonio De Luca, componente della commissione regionale sanità dell’Ars, nonché tra i promotori del tavolo e designato dalla stessa commissione regionale a rappresentarla in seno ad esso.

“I piani regionali di eradicazione – spiega De Luca – hanno con tutta evidenza fallito e a nulla sono serviti i molteplici richiami fatti all’assessore Razza sin dal mio insediamento, sulla necessità di implementare e migliorare i controlli veterinari nelle province coinvolte.

Vista l’assenza di risposte da parte dell’assessore competente – prosegue il deputato – è stato necessario rappresentare la situazione direttamente al Ministro alla Salute Giulia Grillo, che ha prontamente attivato gli uffici del Ministero i quali, raccogliendo le preoccupazioni espresse anche dall’eurodeputato Ignazio Corrao, sempre attivo su queste tematiche e dal rappresentante dell’associazione degli allevatori Carmelo Galati Rando, ha prontamente istituito il tavolo tecnico che dovrà individuare le azioni necessarie per impedire l’ulteriore propagarsi delle malattie”.

“Spiace – conclude il deputato pentastellato – che l’Assessore Razza abbia sottovalutato i pericoli che derivano dal propagarsi delle zoonosi. Adesso è necessario intervenire con decisione e porre un freno a queste malattie. Diversamente la Sicilia, che probabilmente sarà costretta a restituire le quote di finanziamento attribuitele per i piani di eradicazione, perderebbe gli ulteriori finanziamenti di settore erogati dalla Commissione Europea e i nostri allevatori rischierebbero di trovarsi ancora una volta costretti a pagare un prezzo altissimo per colpe non loro”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x