Upea, e sono 5. Al palaFantozzi cade anche Venezia - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Upea, e sono 5. Al palaFantozzi cade anche Venezia

Antonio Siragusano

Upea, e sono 5. Al palaFantozzi cade anche Venezia

lunedì 12 Gennaio 2015 - 16:40
Upea, e sono 5. Al palaFantozzi cade anche Venezia

Numeri da mettere i brividi quelli che riguardano l'andazzo casalingo dell'Upea Capo d'Orlando, con la strepitosa vittoria sulla Reyer Umana Venezia per 67-54 trova la quinta vittoria consecutiva. Protagonista assoluta dell'incontro la squadra di coach Griccioli che non è mai apparsa seriamente in difficoltà, nonostante l'alto tasso tecnico degli avversari. Quattro uomini in doppia cifra per l’Upea, con Freeman ai margini della legalità al tiro dall’arco (6/7) che ha chiuso con 22 punti il match.

Upea Capo d'Orlando – Umana Reyer Venezia 67-54 (24-11, 34-18, 55-39)

Capo d'Orlando: Archie 12, Freeman 22, Hunt 7, Basile 11, Cochran Karavdic, Bianconi, Soragna 3, Henry 12, Strati e Cordaro ne. All.: Griccioli.
Venezia: Stone 15, Peric 12, Goss 2, Tinsley ne, Ruzzier 3, Ress, Ortner 6, Nelson 4, Viggiano 2, Ceron 5, Dulkys 5. All. Recalcati
Arbitri: Sahin, Lo Guzzo, Calbucci.

Primo quarto. L’Orlandina inizia la gara sfruttando le doti dei lunghi. Archie realizza dalla media, Hunt con il gancio e da sotto subendo il fallo (7-2 dopo 3’). Con due triple del Baso è 15-5 dopo 5’. Reagiscono gli ospiti (15-11), ma ancora Archie protagonista: prima stoppa Peric e lancia Freeman che realizza dall’arco in transizione, poi ne mette 3 di fila (due dalla rimessa e 1/2 in lunetta): 21-11 all’ottavo. Prima che suoni la sirena Henry trova il tempo e il modo di realizzare subendo il fallo, concretizzando anche il libero aggiuntivo (24-11).

Secondo quarto. In avvio di seconda frazione si alza il ritmo della gara e i due attacchi faticano un po’. Al 16esimo sono 5 i punti per parte, per l’Upea realizzano Sek Henry da sotto e il capitano Matteo Soragna dall’arco (29-16). Un’altra realizzazione dalla lunga di stanza per Austin Freeman, Ortner segna sulla sirena del secondo quarto e si va all’intervallo sul +16 (34-18).

Terzo quarto. Archie appoggiando al tabellone, Henry in penetrazione si porta a spasso Dulkys e realizza da sotto per il massimo vantaggio Upea (+19, 38-19). Henry si ripete subito dopo nel pitturato, Hunt si fa spazio a modo suo e realizza, gli ospiti con Dulkys e Stone tentano la rimonta, ma Austin Freeman (due triple, una sulla sirena dei 24’’) sistema tutto: 48-33 al 26esimo. L’Orlandina sul finire del terzo quarto non molla la presa e con la schiacciata di Henry e il canestro da fuori di Freeman chiude sul 55-39.

Quarto quarto. Cinque punti consecutivi di Gianluca Basile e a 6’ dalla fine l’Orlandina è sul +17 (60-43). Peric schiaccia, ma Freeman è immarcabile e in palleggio si prende due tiri da oltre 7 metri e porta la squadra di coach Griccioli sul +21 (66-45 al 38esimo). Finisce 67-54, quinta vittoria consecutiva in casa!

Dichiarazioni

Coach Recalcati: "Voglio fare i complimenti a Capo, allo staff ed ai giocatori perchè hanno preparata e giocato una grande gara, oggi hanno lavorato bene tutti. Non possiamo dire altrettanto di noi, perché non siamo riusciti a fare le cose che avremmo voluto. Non siamo mai riusciti a spaventare Capo, abbiamo cercato di cambiare molto, però quando guadagnavamo offensivamente pagavamo difensivamente prendendo canestri per rotazioni sbagliate. Capo è stata molto brava a punirci".

Coach Griccioli: "È innegabile che le parole di Recalcati fanno piacere, è stato un pezzo della storia di Siena e il fatto di batterlo è una bella soddisfazione. Sinceramente oggi ce li meritiamo proprio i complimenti. Volevamo fare una gara di grande energia, ma sapevamo che questa era una squadra esperta che sa giocare.
La chiave della gara è stato l’impatto nel terzo periodo, perché ci ha fatto capire loro che dovevano fare qualcosa di super per ribaltare il match. Abbiamo sfruttato i loro piccoli errori e uniti al talento puro di Austin abbiamo messo il coperchio alla gara. Giocare in casa davanti ai propri tifosi ti aiuta molto, giocare a Capo d’Orlando poi è diverso che da tutte le altre parti. Noi oggi abbiamo difeso incredibilmente bene, sembrava di difendere in 7 in alcuni tratti".

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007