L'ex giunta Accorinti: "Una farsa di De Luca la consegna della fascia al Prefetto" - Tempo Stretto

L’ex giunta Accorinti: “Una farsa di De Luca la consegna della fascia al Prefetto”

.

L’ex giunta Accorinti: “Una farsa di De Luca la consegna della fascia al Prefetto”

. |
venerdì 07 Giugno 2019 - 07:13
L’ex giunta Accorinti: “Una farsa di De Luca la consegna della fascia al Prefetto”

MessinAccomuna ha richiesto alla Prefettura i verbali di quella consegna: ecco la risposta

L’ex amministrazione Accorinti torna alla carica sul sindaco De Luca, puntando i riflettori sulla consegna della fascia da sindaco Metropolitano avvenuta lo scorso 1 maggio a conclusione della marcia di protesta. In quell’occasione De Luca consegnò la fascia al vice prefetto Musolino, durante un breve incontro alla presenza dei sindaci e di alcuni rappresentanti sindacali. MessinAccomuna ha fatto richiesta di accesso agli atti rivolgendosi alla Prefettura per capire se quel gesto abbia avuto conseguenze reali o se si sia trattato di un show a beneficio di telecamere e fotografi.

La risposta del Prefetto è arrivata confermando che non si è trattato di un gesto con conseguenze reali.

MessinAccomuna ricorda come il deposito di qualunque segno pubblico, per essere una cosa seria, richiede un “verbale di consegna”, con l’assunzione di custodia da parte dell’istituzione che la riceve. Da qui la richiesta alla Prefettura di conoscere le modalità formali in cui tale ipotetica “consegna” abbia avuto luogo”.

Ecco la risposta della Prefettura: “…non esistono agli atti di questa Prefettura verbali e/o documenti in merito alla consegna della predetta fascia (…), si rappresenta che la fascia è stata prontamente restituita, in data 3 maggio 2019, nelle mani del Vice Segretario Generale della Città Metropolitana di Messina”.

Il commento degli ex amministratori è netto: “La Prefettura certifica che De Luca ha messo su una recita mortificante per le istituzioni che (malissimamente) rappresenta. Ieri, ultimo atto: la recita del digiuno.Sceneggiate da operetta. E intanto il risanamento finanziario langue (ma non si doveva dimettere De Luca se non avesse concluso le transazioni sui debiti entro aprile?), mentre quello edilizio si realizza con gli atti posti in essere dall’Amministrazione Accorinti (altro che 120 milioni!) e l’Arisme non batte un chiodo di suo”.

L’ex amministrazione Accorinti rivendica la paternità dei cantieri che si stanno aprendo sottolineando che invece lo “sfascio” dell’Atm è tutta opera di De Luca.

Nel frattempo non sono stati dimezzati i dirigenti e non è arrivato alcun tram volante. “Basta con l’avanspettacolo- conclude la nota- Messina ha bisogno di un sindaco che lavori per la città, che rispetti i suoi interlocutori (cittadini, lavoratori, sindacati, associazioni, avversari politici), che la finisca con una campagna elettorale permanente, che il sindaco “lo sappia fare”, ma per davvero, con dedizione e umiltà”.

R.Br.

Articoli correlati

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007