Lumia "bacchetta" il sindaco di Cesarò - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Lumia “bacchetta” il sindaco di Cesarò

Salvatore Famularo

Lumia “bacchetta” il sindaco di Cesarò

venerdì 20 Maggio 2016 - 18:12

“Capisco la paura e spero che non sia altro, ma la reazione ‘la mafia non esiste’ è la più dannosa. Chi ama la propria comunità – dice Lumia - deve assumersi la responsabilità di guidare la lotta alla mafia, né può negare né tantomeno colludere”.

il senatore Beppe Lumia risponde, dal suo blog, alle dichiarazioni rese a mezzo stampa dal sindaco di Cesarò in cui ha affermato che l’agguato ad Antoci è da ascrivere non alla mafia ma alla delinquenza locale.

“Aiuto io, pertanto, il sindaco di Cesarò – dice Lumia – a fare i nomi dei boss del suo paese: Pruiti, Catania e Treccarichi. Inoltre, gli invierò ancora una volta la mia interrogazione dove sono indicati tutti i boss e gli affari in cui sono coinvolti, in modo tale che la si smetta da un lato di dare solidarietà ad Antoci e dall’altro di assumere atteggiamenti ambigui e codardi. I nomi e cognomi a Cesarò li abbiamo fatti due anni fa, – continua – quando al sindaco fu bruciata l’automobile, in una sala piena di cittadini. In quella sede, col presidente del Parco dei Nebrodi e tutti i rappresentanti delle istituzioni locali, assumemmo l’impegno di togliere i terreni ai mafiosi e di destinarli ai cittadini onesti. Svegliarsi all’indomani dell’agguato ad Antoci e sminuire l’accaduto non è quello che ci si aspetta da un sindaco”.

E spiega in maniera chiara ed inequivocabile: “Non è questo un comportamento da sindaco e da cittadino siciliano che vuole dare il proprio contributo per liberare il proprio territorio dalla mafia. Spero che anche altri sindaci – ammonisce – non facciano lo stesso errore, come invece pare che stia accadendo”.

Il senatore conclude indicando che “La strada da compiere è un’altra, quella della piena condivisione di questa sfida, sostenendo l’attività delle forze dell’ordine e della magistratura per costruire percorsi concreti di legalità e sviluppo".

(Salvatore Famularo)

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007