Il progetto del Nautico: fare amare ai migranti quel mare che temono - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Il progetto del Nautico: fare amare ai migranti quel mare che temono

Il progetto del Nautico: fare amare ai migranti quel mare che temono

sabato 25 Marzo 2017 - 09:27
Il progetto del Nautico: fare amare ai migranti quel mare che temono

Per loro è il simbolo della traversata in cui hanno rischiato la vita. Il progetto tende a riavvicinarli alle bellezze del mare con una serie di attività in aula e di pratica in acqua

“Mare Amico” è l’iniziativa all’interno del Progetto “All Togheter”, promosso ed attuato dall’Istituto Nautico “Caio Duilio” ed approvato dal Ministero. Il progetto nasce dall’esigenza di accogliere ed integrare un numero sempre maggiore di minori stranieri, non accompagnati, che approdano sulle coste siciliane. “All Togheter” ha come obiettivo quello di agevolare l’inserimento nella società attraverso iniziative che permettano ai ragazzi coinvolti di: apprendere la lingua italiana, interagire con i coetanei, formarsi professionalmente per meglio potersi integrare nella società ed accedere al mondo del lavoro.

Per fare ciò i migranti coinvolti, prendono parte, durante l’orario scolastico ed extrascolastico, alle lezioni tenute dai docenti dell’Istituto e alle attività di partner aderenti che a titolo gratuito, prestano la propria opera.

“Mare Amico” è uno “spazio”, all’interno di questo progetto che vede coinvolto il Centro Ricerche Nutrizionali Studi Ambientali e Sociali di Messina che attraverso “MessinAmare” promuove, all’interno dell’Istituto, l’informazione e la formazione nel settore della nautica e della subacquea.

“Mare Amico” tende a riavvicinare i migranti che hanno vissuto traumaticamente la loro esperienza in mare a questo mondo. Il Mare Nostrum che per loro è stato simbolo di speranza vissuta anche come sofferenza non può che riacquistare il proprio “aspetto”. Una serie di attività farà sì che i ragazzi si riavvicinino gradatamente al mare tramite attività di aula ma anche di pratica in acqua, superando le loro paure ed entrando in possesso di abilità che potranno fare proprie e trasmettere anche ad altri “amici”.

Nozioni di nuoto, primo soccorso, subacquea, curate dagli Istruttori del Diving "Aqua Element", condotte insieme agli alunni del Nautico di Messina , coordinati dai docenti e dai mediatori sociali, permetteranno di realizzare un percorso comune e condiviso, uniti nelle diversità: “All Togheter”.

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007