Operaio di Messinambiente minaccia di gettarsi dal cornicione del Comune - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Operaio di Messinambiente minaccia di gettarsi dal cornicione del Comune

Operaio di Messinambiente minaccia di gettarsi dal cornicione del Comune

venerdì 24 Giugno 2011 - 14:01
Operaio di Messinambiente minaccia di gettarsi dal cornicione del Comune

Ruggeri (Ato3) si rifiuta di ricevere una rappresentanza dei lavoratori (ma l’incontro è fissato per lunedì). Cgil e Uil insistono per il ritiro del bando

Sale la tensione in casa Messinambiente. Stamani si è tenuto il sit-in di protesta di fronte alla sede dell’Ato3, organizzato da Cgil e Uil. Il commissario dell’Ato, però, non ha voluto ricevere una rappresentanza dei lavoratori, garantendo però un incontro per lunedì mattina. Ciò non è bastato a operai e sindacati, che continuano a chiedere la revoca del bando. La protesta si è così spostata a Palazzo Zanca, dove è degenerata. Mentre i lavoratori accompagnati dai segretari generali di Fp e Uiltrasporti Messina, Clara Crocè e Silvio Lasagni, occupavano pacificamente le stanze della segreteria del sindaco, un lavoratore fortemente esasperato dalla situazione si è arrampicato su un cornicione minacciando gesti estremi (nella foto). E’ stato poi riportato a più miti consigli da polizia e vigili urbani. Il protagonista della eclatante protesta non è nuovo a simili gesti: si chiama Mario Crottogini, operaio di Messinambiente ma anche consigliere della prima Circoscrizione eletto nelle fila del Pd. Nel novembre 2008, per dirne una, portò la sua auto di fronte al cimitero di Larderia con sopra il tettuccio una bara e dei cartelli, per protestare contro la mancanza di loculi del cimitero. Tornando al caso Messinambiente, Fp Cgil e Uil Trasporti, all'indomani del voto referendario col quale i cittadini hanno sostanzialemnte detto no all'affidamento a privati dei servizi di pubblica utilità come l'acqua, avevano chiesto già nei giorni scorso al sindaco Buzzanca e a Ruggeri di trarne le opportune conseguienze ritirando il bando. Alla mancata risposta da parte di Comune e Ato i lavoratori, 80 dei quali appena qualche giorno fa sono stati reintegrati in azienda dal Giudice del lavoro, hanno indetto per oggi una manifestazione di protesta, conclusasi però con un nulla di fatto. Lunedì Ruggeri incontrerà tutti i sindacati ma a tavoli separati. Un classico, ormai, anche questo. (foto Dino Sturiale)

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

Un commento

  1. baraccacamaro87 24 Giugno 2011 14:52

    ma finiscila cu sti saceneggiate chi fai chu figura seno buttati per davvero e poi pi difendere i capi chi sunnu troppo e btu usai vero A PROPOSITO CHIU BSCIOPERO CE E CHIU STRAORDINARIO FACITI VERU O NO DA FINISCILA E POI DUMINCA TI FAI U FESTIVO CIAOOOOOOOO COMPAGNO TU LAVORI PER POCHI EURO E CHINNI SITTATI PRENDSONO IL QUASI 7000.000 EURO AL MESE

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007