Messina. Caos Tari, Pd: "Difesa la democrazia". Articolo Uno: "Il voto è risposta chiara" - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Messina. Caos Tari, Pd: “Difesa la democrazia”. Articolo Uno: “Il voto è risposta chiara”

Giuseppe Fontana

Messina. Caos Tari, Pd: “Difesa la democrazia”. Articolo Uno: “Il voto è risposta chiara”

mercoledì 04 Agosto 2021 - 09:08

Arrivano già nella serata di ieri le prime reazioni all'ennesimo "no" del consiglio comunale alle tariffe Tari, il terzo dopo le due bocciatura della delibera

MESSINA – Non sono mancate le reazioni al terzo voto contrario del Consiglio comunale al pef e alle tariffe Tari 2021, arrivato ieri sera intorno alle 21 dopo l’ennesimo, duro scontro politico vissuto in Aula tra consiglieri e amministrazione. Il segretario del Partito Democratico Franco De Domenico parla dei consiglieri del suo gruppo, di quelli di Liberame e di tutti gli altri contrari sottolineando la portata di una “battaglia politica a difesa della democrazia”, portata avanti “rispedendo al mittente il tentativo del sindaco di sovvertire la scelta democraticamente espressa per ben due volte dal consiglio comunale”. Il suo partito, si legge nella nota, “continuerà ad essere avamposto di legalità a favore della comunità non arretrando di un millimetro nonostante il clima ostile, la confusione e la strumentalizzazione che l’amministrazione ha creato per sovvertire un risultato chiaro e trasparente”.

Articolo Uno parla di risposta “chiara e inequivocabile”

“Il voto del Consiglio comunale è una risposta chiara ed inequivocabile”, rincara la dose Articolo Uno, “a chi pensa di utilizzare le istituzioni a proprio uso e consumo”. Una battaglia contro l’amministrazione che il movimento politico porta avanti da giorni, inseritosi sin dai primi giorni nel vivo del dibattito politico che infiamma Palazzo Zanca sulla Tari. “La compattezza del fronte dei consiglieri comunali contrari alla TARI dà il senso che c’è un pezzo della città che non ci sta ai ricatti e alle minacce del Sindaco”, scrive il segretario provinciale Domenico Siracusano che parla anche di “sconfitta bruciante per De Luca”.

Messinaccomuna chiede chiarezza

Già nelle ore precedenti il consiglio comunale di ieri, invece, era stata Messinaccomuna a porsi delle domande sulla vicenda. Il movimento chiede chiarezza soprattutto sui fondi e sulla questione legata all’utilizzo degli ammortizzatori sociali: “De Luca insiste in maniera parossistica su questa delibera. Ha un disperato bisogno di 6 milioni in più. Se, come dice, vuol ricorrere (anche qui, in maniera totalmente impropria) alla cassa Integrazione, vuol dire che i soldi del vecchio piano non gli bastano: avrà già speso più dell’anno scorso o ha necessità di farlo, scaricando comunque sui lavoratori il costo di una gestione irresponsabile?”. Si prospetta un altro giorno di passione, di attacchi e risposte.

Tag:

3 commenti

  1. Francesco menestrello 4 Agosto 2021 10:30

    Evviva la democrazia….. speriamo che democraticamente alle prossime elezioni i cittadini di Messina non vi rieleggono in modo che ognuno di Voi torni alla propria professione a tempo pieno ne guadagneremo tutti come città e oserei dire nazione.

    10
    6
  2. vi riempite la bocca di democrazia,abbiamo trovato un sindaco che ci ha messo in piedi dal punto di vista amministrativo ed oggi siamo un comune che può spendere,ha fatto in modo da far arrivare tanti soldi per lavori a messina,e soprattutto suo il merito dello sbaraccamento,e voi che fate,per mettervi la solita medaglia al petto non fate altro che boicottarlo.Pensate ai vs. sindaci che hanno contribuito all’indebitamento del comune,le barricate le dovevate fare allora non adesso.Purtroppo in politica,pur di non dare il merito all’avversario,anche se fa il bene della tua città,si è capaci di tutto.

    0
    2
  3. dovresti solo andare a lavorare

    0
    1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x