Messina, Daria Rotolo lascia il Consiglio. E i 5Stelle perdono un altro pezzo - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Messina, Daria Rotolo lascia il Consiglio. E i 5Stelle perdono un altro pezzo

Francesca Stornante

Messina, Daria Rotolo lascia il Consiglio. E i 5Stelle perdono un altro pezzo

lunedì 15 Febbraio 2021 - 21:10

La consigliera di Sicilia Futura ha comunicato la sua decisione inviando una lettera. Giuseppe Schepis invece ha salutato il suo gruppo dei 5Stelle in aula

«Con questa lettera, dopo una lunga riflessione, vi comunico la decisione di dimettermi dalla carica di consigliere comunale. Sono passati 32 lunghi e intensi mesi nei quali ho ricoperto l’importante e delicato ruolo di rappresentate dei cittadini all’interno del civico consesso. Un ruolo che ho sempre svolto sin dal primo giorno con impegno e dedizione, non facendo mai mancare il mio apporto istituzionale nei lavori d’aula finalizzati al superamento dei tanti e annosi problemi che affliggono Messina. E’ stato un privilegio sedere e poter rappresentare la mia città da questi scranni, ma sentendo di non riuscire più a dedicare il giusto tempo e dedizione ho scelto di fare un passo indietro».

Le dimissioni di Daria Rotolo

Con queste parole, messe nero su bianco in una lettera inviata oggi alla Presidenza del consiglio comunale, la consigliera di Sicilia Futura Daria Rotolo ha annunciato di lasciare il suo posto nell’aula di Palazzo Zanca. E’ il primo addio di questa consiliatura. Al suo posto entrerà in consiglio comunale la prima dei non eletti della lista di Sicilia Futura, cioè Francesca Cacciola.

I motivi dell’addio

La consigliera, nella sua lettera di saluto, spiega di “non riuscire più a dedicare il giusto tempo e dedizione” all’incarico di consigliere comunale. E così lascia dopo due anni e mezzo. Andando però oltre le motivazioni ufficiali e i saluti di circostanza, impossibile non considerare la posizione di Daria Rotolo in consiglio comunale. Sposata con Federico Basile, oggi Direttore generale del Comune di Messina e prima esperto del sindaco De Luca in materia finanziaria, per la Rotolo si è palesata una chiara ragione di opportunità rispetto ai due ruoli ricoperti da lei e dal marito.

Tra l’altro, negli ultimi frangenti che hanno visto Sicilia Futura in aperta contrapposizione con il sindaco De Luca, la posizione di Daria Rotolo è apparsa chiaramente incompatibile con le decisioni del suo gruppo. Basti pensare al tanto contestato e discusso voto sul bilancio di previsione 2021, che ha visto la secca bocciatura di Piero La Tona e Nino Interdonato, mentre la collega di gruppo Rotolo ha votato a favore.

La lettera continua con una serie di ringraziamenti: al Presidente del consiglio comunale, a tutti i consiglieri e al suo gruppo politico “con il quale ho condiviso un importante percorso di formazione e crescita nel dibattito dei temi e dei problemi affrontati in questi anni”. Poi un grazie a sindaco, assessori e segretario generale, “per questa intensa esperienza amministrativa, con l’auspicio che il percorso di risanamento dell’Ente non venga interrotto”. Un ringraziamento particolare a tutti i dipendenti comunali, ai concittadini che le hanno dato fiducia. «Un impegno che mi porto sulle spalle e che cercherò di portare avanti anche al di fuori di Palazzo Zanca, ascoltando e cercando di venire incontro alle vostre istanze».

Il gruppo M5S perde un altro pezzo

Intanto, oltre all’addio di Daria Rotolo, in consiglio comunale si è consumato anche un altro passaggio che fa perdere un ulteriore pezzo al gruppo del Movimento 5Stelle. Giuseppe Schepis, infatti, durante la seduta di oggi pomeriggio, ha preso la parola in aula per ufficializzare il suo addio al gruppo e l’ingresso al gruppo Misto. Una decisione che sembrava essere nell’aria in realtà da parecchio tempo, ma che si è concretizzata a seguito delle ultime scelte del Movimento 5Stelle sul governo Draghi.

Queste le sue parole per comunicare all’aula il passaggio al Gruppo Misto. «Sono stato eletto proponendo agli elettori e sostenitori del M5S un programma ben delineato, fondato sulla condivisione di precisi valori. Nel tempo, con il mio impegno, ho tentato di portare avanti quanto proposto senza mai tradire il mandato concessomi con ogni singolo voto. Credo che ogni buon cittadino dentro le istituzioni debba far valere la regola delle tre C: consapevolezza di lavorare per la comunità e mai per i singoli, coerenza con i propri valori familiari e la loro applicazione alla propria azione politica, credibilità come sommatoria tra quello che si dice e quello che si fa per rappresentare i cittadini.

Purtroppo di quei principi e di quel programma è rimasto ben poco in quella parte di movimento che, pur di non abbandonare la rendita di posizione ottenuta, ha rinunciato ai propri ideali, accettando discutibili compromessi. Per questa ragione, non accettando di svilire i miei ideali per adeguarmi a scriteriate scelte di partito e dovendo rispondere solo ai miei concittadini, questa nuova linea politica non mi consente di continuare il mandato Annuncio la mia uscita dal movimento 5Stelle e il passaggio al Gruppo misto…a riveder le stelle».

Tag:

Un commento

  1. I 5 Stelle : il movimento che diceva di combattere il sistema, disprezzava gli inciuci, diceva di non amare le poltrone, che sarebbe andato da solo e che non si identificava con i partiti. Prima si è alleato con la Lega, dopo con il PD e Renzi di cui diceva peste e corna, adesso per il bene del Paese ha accettato pure Berlusconi nella grande ammucchiata. Ci ha propinato Azzolina con i banchi a rotelle, Bonafede che aveva fatto uscire di galera pluri pregiudicati, Toninelli,Di Maio, Lamorgese … lasciamo perdere…Con la morte di Casaleggio è morto il movimento ed è diventato un partito come tutti gli altri, blindati alle loro poltrone. Ci avete fatto sognare le Stelle e ci avete riportato alle stalle , che delusione.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x