Messina. Il restauro della Badiazza è più vicino - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Messina. Il restauro della Badiazza è più vicino

Redazione

Messina. Il restauro della Badiazza è più vicino

venerdì 07 Agosto 2020 - 17:51

La procedura per il restauro e il consolidamento strutturale della Badiazza va avanti. Speriamo che si arrivi presto alla sua riapertura.

Nonostante i rallentamenti dovuti al Covid-19, la Soprintendenza ai Beni Culturali di Messina sta portando avanti le procedure per il “Completamento del Restauro, Consolidamento, Rifunzionalizzazione e sistemazione esterna” della Chiesa S. Maria della Valle di Messina, da tutti conosciuta come la Badiazza. La Soprintendente, arch. Mirella Vinci, rende noto, infatti, che nella giornata di giovedì 6 agosto 2020, si è conclusa la fase 2 del concorso di progettazione con la proclamazione provvisoria del vincitore. Si tratta del Raggruppamento Temporaneo d’Imprese
ADVANCED ENGINEERING SRL (mandataria) – A&I SUSTAINABLE PROJECTS SRL (mandante).

Gli step della procedura

Effettuate le verifiche di rito, all’aggiudicatario verrà affidato l’incarico della progettazione definitiva per l’aspetto architettonico, con approfondimento pari ad un progetto di fattibilità tecnica ed economica per la parte strutturale ed impiantistica. Concluso questo adempimento , si procederà con gli atti per bandire la gara d’appalto e dare successivamente avvio ai lavori.

La Badiazza Luogo del Cuore FAI

Questa notizia è da accogliere senz’altro positivamente. Comincia, infatti, a diventare concreta la speranza che, finalmente, si possa giungere alla fruizione in totale sicurezza di uno dei monumenti più antichi e suggestivi della città, attualmente chiuso. Come ricorderete, l’anno scorso la mobilitazione di cittadini e associazioni, con il coordinamento di Matteo Allone e il sostegno del nostro giornale, aveva assicurato alla Badiazza un’ottima posizione in classifica tra i Luoghi del Cuore FAI. Si può senz’altro dire che quell’impegno sia stato senz’altro utile per accendere i fari sul destino di un bene che, sottratto al degrado, può diventare un importante polo di attrazione turistica. Adesso è auspicabile che il processo di restauro avviato dalla Soprintendenza di Messina possa concludersi in tempi ragionevomente brevi.

Articoli correlati

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x