Messina, incivili gettano una panchina dentro il lago di Ganzirri. FOTO e VIDEO - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Messina, incivili gettano una panchina dentro il lago di Ganzirri. FOTO e VIDEO

Redazione

Messina, incivili gettano una panchina dentro il lago di Ganzirri. FOTO e VIDEO

sabato 15 Gennaio 2022 - 14:08

Gli atleti del Circolo Canottieri Peloro hanno recuperato la panchina, ora sull'atto di vandalismo indaga la Polizia Metropolitana

MESSINA – Un atto di inciviltà di dimensioni spropositate quello perpetrato al Lago di Ganzirri dove una panchina è stata divelta dalla sua collocazione all’interno dei balconi sui laghi e gettata nell’acqua. A ritrovarla gli atleti del Circolo Canottieri Peloro mentre si allenavano, i quali hanno immediatamente portato a riva il relitto e dopo si sono lasciati andare ad una foto ricordo.

A congratularsi con loro la Federazione Italiana Canottaggio che li ha elogiati scrivendo sul proprio profilo social: “Mattinata all’insegna della pulizia del lago con Giovanni Ficarra e i suoi atleti del Circolo Canottieri Peloro impegnati nel recupero di una panchina sradicata e gettata nelle acque. Forza ragazzi teniamo pulite le nostre “palestre”!!”.

Il recupero della panchina

“Panca sbullonata e gettata in lago – ha commentato per primo il campione del mondo di Beach Sprint Giovanni Ficarra del Circolo Canottieri Peloro -. Non c’è mai fine al vandalismo. Davvero senza parole, ridiamoci su ed andiamo avanti. Panchina rimossa e messa in sicurezza”.

La loro giovialità però non deve far distogliere l’attenzione da questo gesto grave. A scagliarsi contro gli ignoti autori dell’atto vandalico si fa sentire il dirigente della Città Metropolitana Salvo Puccio che tuona contro gli incivili: “Vorrei chiedergli solo il… PERCHÉ?? Perché si deve staccare una panchina da uno degli affacci sul lago grande e gettarla dentro?? Sfido questi simpatici e coraggiosi amici che ci invitano alla caccia al tesoro a farsi avanti. Ma non mi aspetto un’ammissione di colpa da parte loro. Sono più certo che le telecamere abbiano fatto il loro lavoro e la Polizia Metropolitana poi farà il resto. Intanto ringrazio Giovanni Ficarra ed i suoi amici che quell’ambiente lo amano davvero e che hanno recuperato la panchina”.

Tag:

2 commenti

  1. Che in questo ultimo ventennio messina é stata “eletta” VERMINAIO d’Italia é notorio a TUTTA LA NAZIONE! gesti di ZINGARAGGI, IMBECILLITA’ PALESATE CON “gesta” da idioti sono all’ordine del giorno; seppoi a tanto ritardo culturale aggiungiamo comportamenti “rissosi e tutt’altro che fattivi” da parte dei famigerati amministratori, ora zampognari ora spacconi -il livello é sempre quello-:Messina merita l’epiteto. Ma, a ben considerare, le “gesta” ed i comportamenti contra legem non sono totalmente imputabile ai TROPPI IMBECILLI che pullulano ma ANCHE ai POCHI che dovrebbero VIGILARE,PREVENIRE E REPRIMERE pesantemente (educere!!!).Aggiungere altro é : DARE PERLE A PORCI!.

    1
    0
  2. Dice che GUARDERÀ le telecamere 🤔…..ma chissà da quanto era là quella panchina e le immagini dopo un po’ non sono visionabili…..ci ha FATTO una 🤯 così con i SUOi VI BECCO ma QUANDO? Quando il danno è fatto? CAPISCO che non ci può essere qualcuno che le visioni 24 ORE su 24 ma non si era vantato che erano dotati di un software che gli faceva rilevare qualsiasi anomalia 🤔????

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007