Messina. Presentato COndiVIDisalute, Calafiore: "Serve inclusione" - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Messina. Presentato COndiVIDisalute, Calafiore: “Serve inclusione”

Giuseppe Fontana

Messina. Presentato COndiVIDisalute, Calafiore: “Serve inclusione”

martedì 28 Settembre 2021 - 14:30

Grazie al progetto, finanziato dal Ministero dell'Interno, un'equipe agirà sul territorio per dare assistenza sociosanitaria a migranti e stranieri

MESSINA – “Migliorando la qualità di vita degli ultimi, miglioriamo quella di tutti”. È con le parole del vicario del Prefetto, la dottoressa Patrizia Adorno, che si riassume perfettamente il senso del progetto “COndiVIDisalute”, presentato a Palazzo Zanca dall’Assessore alle Politiche sociali, Alessandra Calafiore, e finanziato dal Ministero dell’Interno. Si tratta, in pratica, di una vera e propria equipe territoriale, il cui compito sarà quello di monitorare e assistere i migranti, attualmente fuori dai servizi di accoglienza tradizionali.

L’assessore Calafiore: “Vogliamo dare supporto a chi in difficoltà”

“Si tratta di un progetto che ci permette di rafforzare il controllo sul territorio e dare supporto a chi si trova in difficoltà”, ha spiegato l’assessore Calafiore, sottolineando come l’equipe sia già attiva e prova ne è l’importante lavoro fatto sabato notte. La struttura si è resa subito operativa, infatti, al momento degli sbarchi avvenuti in nottata, con il prezioso supporto della Prefettura e dell’Asp. “Serve maggior inclusione”, ha continuato l’assessore, “bisogna dare supporto a chi arriva e seguirli nel loro percorso. Il segreto del funzionamento del progetto sarà trovarli e aiutarli, spiegando loro i servizi disponibili senza aspettare che siano loro a cercare noi”. Comune di Messina, Prefettura e Asp, quindi, portano avanti il progetto con il prezioso supporto delle associazioni, ringraziate da Calafiore: “Tutta la struttura ha visto il supporto anche della Santa Maria della Strada, MedihospesCaritas, Caritas e Sant’Egidio”.

Adorno: “Progetto finanziato dal Governo”

“Il progetto è interamente finanziato dal Governo e si rivolge agli stranieri”, spiega la dottoressa Adorno, che ha voluto anche congratularsi con “l’umanità e la bravura dimostrata sabato notte da chi ha accolto i migranti e supportato la nostra non semplice attività”. Dello stesso avviso il commissario straordinario dell’Asp, Bernardo Alagna: “Dobbiamo prepararci ai prossimi sbarchi e già sabato notte abbiamo avuto la contezza di quanto sia importante questa iniziativa. L’Asp continuerà ad assistere migranti e cittadini, non solo in fase di cure ma anche di prevenzione. L’ obiettivo è far sì che anche i messinesi possano essere stimolati a sfruttare maggiormente i servizi dell’Asp e ne approfitto per insistere su quanto sia importante la campagna vaccinale, soprattutto in questa fase. Lo scopo dell’unità di strada sarà vigilare ma anche indirizzare migranti e cittadini verso i servizi giusti”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x