Messina. Prostituzione, sosta vietata e rifiuti illeciti. Vigili urbani al lavoro di notte - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Messina. Prostituzione, sosta vietata e rifiuti illeciti. Vigili urbani al lavoro di notte

Marco Ipsale

Messina. Prostituzione, sosta vietata e rifiuti illeciti. Vigili urbani al lavoro di notte

sabato 14 Settembre 2019 - 10:13
Messina. Prostituzione, sosta vietata e rifiuti illeciti. Vigili urbani al lavoro di notte

Individuata una casa d'appuntamenti. Multe all'incrocio tra via Garibaldi e via Cesare Battisti, dove molti lasciano le auto in seconda e terza fila. Poi rifiuti illeciti, anche a Maregrosso

MESSINA – Notte di lavoro per gli agenti della Polizia Municipale. Insieme ai colleghi della Polizia di Stato, hanno scovato una casa in cui due donne e un transessuale, condotte alla caserma Calipari, svolgevano prestazioni sessuali a pagamento. Avviate le indagini sull’immobile, per il quale si procederà a chiedere il sequestro, denunciando il proprietario per sfruttamento delle prostituzione. In casa, quaderni in cui venivano annotati i proventi dell’attività, in media 500 euro al giorno.

A piazza Duomo sono stati allontanati i venditori abusivi che avevano installato le bancarelle. Sequestrato un motorino, che transitava a luci spente ed era privo di assicurazione e revisione. Per il conducente, ritiro della carta di circolazione e della patente e verbale di 4mila 400 euro.

Multa anche ad un locale all’interno della Galleria Vittorio Emanuele, per musica oltre l’orario consentito.

Verbali per divieto di sosta all’incrocio tra via Garibaldi e via Cesare Battisti, dove molti sono soliti lasciare le auto in doppia e tripla fila, davanti ai locali.

In via XXIV maggio fermata una motoape che trasportava rifiuti, provenienti da attività di ristorazione, senza autorizzazione. Verrà accertata la provenienza e sarà multato anche il proprietario del locale.

In via Garibaldi sanzionata una ditta che aveva occupato la corsia preferenziale con un cassone, dove erano stari raccolti i rifiuti derivanti dai lavori di ristrutturazione di un noto negozio di abbigliamento.

A Maregrosso, infine, nuovi cumuli di rifiuti. Una battaglia che pare persa in partenza fin quando non si libererà l’affaccio a mare.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x