Messina. Scuole Pascoli, Mazzini e Cannizzaro: le risposte di Mondello e Gallo - Tempostretto

Messina. Scuole Pascoli, Mazzini e Cannizzaro: le risposte di Mondello e Gallo

Redazione

Messina. Scuole Pascoli, Mazzini e Cannizzaro: le risposte di Mondello e Gallo

giovedì 20 Gennaio 2022 - 06:57

Alla Pascoli Crispi in fase di montaggio la nuova caldaia; alla Mazzini Gallo bisognerà attendere la fine dei lavori ai prospetti; alla Cannizzaro Galatti serve progetto di messa in sicurezza

“Relativamente all’impianto di riscaldamento della scuola Pascoli Crispi, già a dicembre era stato predisposto l’ordine d’acquisto di tutto il materiale necessario ed è in fase di montaggio la nuova caldaia. La notevole mole di istanze per l’ottenimento del bonus e le festività, oltre naturalmente al rallentamento delle attività in senso lato dovuto a criticità connesse al Covid, ha causato, causa e causerà, ritardi in tutti i settori, elemento certamente non ascrivibile all’Amministrazione, che ha programmato il tutto per tempo”.

Lo dicono gli assessori Salvatore Mondello e Francesco Gallo.

“Riguardo la Mazzini Gallo, anche qui, la necessità di smontare i climatizzatori dai prospetti esterni è derivato dal parere della Soprintendenza in occasione dei lavori (che non sono mai stati effettuati da quando la scuola è stata costruita). Inoltre, proprio per l’impossibilità di collocare sui prospetti le ‘macchine’ ha portato il dirigente dei Servizi Tecnici e il dirigente alle Attività Scolastiche della città Metropolitana (l’edificio ospita anche la scuola Caio Duilio – Nautico) a trovare una nuova soluzione che però potrà essere attuata soltanto a lavori di rifacimento dei prospetti conclusi. Tale attività è stata comunicata alla dirigente scolastica che peraltro è stata invitata ad un tavolo tecnico specifico”.

“Infine, in merito alla Cannizzaro-Galatti, all’inizio del mese di dicembre venivano segnalate delle criticità su una porzione del tetto dell’edificio. Prontamente l’assessore Mondello ha predisposto un sopralluogo per verificare quanto segnalato. Proprio nell’ottica della massima sicurezza oltre ad una prima verifica effettuata dalla ditta con la quale il Comune ha un contratto di manutenzione degli edifici scolastici, si è provveduto ad una seconda verifica più accurata ed eseguita da una società di ingegneria specializzata che ha consigliato di rendere inagibile la porzione di fabbricato verificata in attesa di una progettazione puntuale per la messa in sicurezza” concludono Mondello e Gallo.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007