Messina, storia di Sameera: tra immigrazione, integrazione ed emigrazione - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Messina, storia di Sameera: tra immigrazione, integrazione ed emigrazione

.

Messina, storia di Sameera: tra immigrazione, integrazione ed emigrazione

. |
domenica 28 Luglio 2019 - 08:15
Messina, storia di Sameera: tra immigrazione, integrazione ed emigrazione

Arriva a Messina dallo Sri Lanka, studia lavora, si sposa. E......

Di seguito il racconto di Flavia Ilacqua su Sameera

Conosco Sameera dalla fine degli anni 2000, essendo stato un mio ex- studente, che abbiamo seguito, a vario titolo, tutti, docenti e volontari, creando una bella rete tra istituzione scolastica e solidarietà, dalla Licenza Media al diploma di Maturità presso l’Istituto Tecnico Industriale “Verona-Trento” di Messina (Preside Prof.ssa Rosetta De Marco).

A Messina dallo Srilanka

Sameera è un ragazzo serio, capace, volenteroso ed intraprendente. È arrivato qui a Messina dallo Srilanka, si è subito iscritto a scuola per apprendere la lingua italiana, studiava e lavorava contemporaneamente per aiutare la sua famiglia. Dopo aver conseguito il diploma a poco a poco si è formato una vasta clientela, alla quale forniva servizi informatici (mi sono rivolta a lui tante volte, dopo la partenza di mio figlio!) e si è anche aperto un piccolo laboratorio. Poi ha conosciuto una bella e brava ragazza del suo Paese, con la quale si è sposato ed avuto un bel bambino. Insomma, si trovava bene qui a Messina, era benvoluto da tutti e ben integrato.

….Londra

Ma la crisi è arrivata anche per lui e gli affari diminuivano mentre le spese aumentavano. Così hanno deciso, marito e moglie, di tentare una sorte migliore a Londra, dove si trasferiscono un paio di anni fa, pensando al futuro dei figli e dove nasce il loro secondogenito. Ma lì Sameera deve rincominciare tutto da zero, senza l’aiuto di nessuno, portando pizze a casa dei clienti tra la pioggia, la nebbia e il freddo delle notti londinesi. Anche se il suo fisico non accetta questo nuovo stile di vita che, tuttavia, tra immensi sacrifici, fa senza lamentarsi.

Il viaggio

Eravamo rimasti sempre in contatto per lo scambio degli auguri o un veloce saluto ogni qualvolta tornava a Messina, in visita dai suoi genitori. Quindi non mi sorprende la sua telefonata dell’altra sera; ma questa volta era per invitarmi al battesimo del suo piccolino che ha stabilito di voler celebrare qui a Messina nella mia Parrocchia. Non potevo essere assente: incontenibile la mia gioia! Bellissima la cerimonia in una chiesa poco affollata in questo periodo estivo ma molto partecipata dalla presenza dei parenti e della comunità srilankese (la nonna elegantissima in un sari tradizionale del suo Paese che nulla ha da invidiare alle “mise” delle donne occidentali) e di qualche volontaria dei vecchi tempi.

Il sogno di tornare

Poi è venuto a casa mia con i suoi bimbi per trascorrere qualche ora di spensieratezza al mare e mi partecipava la sua contentezza per aver trovato, da solo, un lavoro migliore, adeguato alla sua preparazione nel campo dell’informatica: un imprenditore indiano gli ha dato un pacchetto di clienti ai quali deve fornire la manutenzione degli impianti di sicurezza e di telefonia. Lo aspettano altri corsi e certificazioni ma è contento del suo nuovo lavoro. Tuttavia, udite- udite!- il suo principale progetto per il futuro resta il ritorno a Messina, dove mettere a frutto le sue nuove conoscenze e comprarsi una casetta che gli consenta una dimensione di vita più “umana” perché il cibo messinese è il migliore che lui conosca!! Tanti auguri di cuore, Sameera!

Flavia Ilacqua

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

3 commenti

  1. Ottimo esempio di una persona con la testa sulle spalle, che con fatica si è creato un futuro e si pienamente integrato.

    2
    0
  2. Una storia davvero bella!
    Grazie Flavia per averla raccontata!
    Con sentimento e con gioia.

    1
    0
  3. Maria Grazia De Francesco 29 Luglio 2019 20:22

    Che bella storia! Grazie per aver accolto questo ragazzo con amore di madre.

    1
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007