Messina, un'altra rapina e un furto attribuiti a Schepis e Esposito - Tempo Stretto

Messina, un’altra rapina e un furto attribuiti a Schepis e Esposito

Marco Ipsale

Messina, un’altra rapina e un furto attribuiti a Schepis e Esposito

sabato 09 Novembre 2019 - 13:43
Messina, un’altra rapina e un furto attribuiti a Schepis e Esposito

La rapina aveva fruttato 2.500 euro. Il solo Esposito, invece, aveva rubato 15mila euro ad un benzinaio. Entrambi sono coinvolti nell'operazione Flower per altre rapine ed erano stati arrestati per un'altra rapina ancora, in una tabaccheria di viale Europa

MESSINA – Sono stati arrestati per la rapina ad una tabaccheria di viale Europa, lo scorso 27 ottobre. Ma erano coinvolti anche nell’operazione Flower, per le estorsioni ai locali della movida, e lì era emerso che erano stati gli autori di altre due rapine: il 18 maggio all’Iper Sigma del centro commerciale Maregrosso e il 25 agosto al centro scommesse Planet Win di Pistunina.

Non finisce qui. Il 20enne Kevin Schepis e il 26enne Giuseppe Esposito, hanno ricevuto un’altra ordinanza di custodia cautelare in carcere, dove già si trovano, per un’altra rapina, lo scorso 21 settembre, al supermercato Md di Contesse. Il solo Esposito, invece, è ritenuto responsabile del furto, commesso lo scorso 27 settembre, ad un benzinaio.

Gli investigatori della Squadra Mobile, coordinati dalla Procura di Messina, con una serie di intercettazioni telefoniche e ambientali e la visione di immagini di videosorveglianza, hanno scoperto che, lo scorso 21 settembre, i due, con volto travisato e armati l’uno di fucile e l’altro di pistola, si erano fatti consegnare dal direttore del supermercato circa 2.500 euro, scappando poi a bordo di uno scooter rubato. Il tragitto era identico a quello della rapina al Planet Win.

Sei giorni dopo, Esposito ha sorpreso il proprietario di alcuni distributori di benzina mentre stava andando alla banca Montepaschi di Siena di Contesse a depositare più di 15mila euro. Gli ha strappato di mano la busta coi soldi, è scappato a piedi per poi salire a bordo di uno scooter, lo stesso usato per altri reati, guidato da un complice.

Articoli correlati

Tag:

Un commento

  1. antonio pascuzzi 10 Novembre 2019 12:48

    buttate le chiavi

    1
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007