Meteo Messina: dopo il caldo una pericolosa goccia fredda scivolerà sopra le calde acque del Tirreno - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Meteo Messina: dopo il caldo una pericolosa goccia fredda scivolerà sopra le calde acque del Tirreno

Daniele Ingemi

Meteo Messina: dopo il caldo una pericolosa goccia fredda scivolerà sopra le calde acque del Tirreno

lunedì 03 Agosto 2020 - 08:11
Meteo Messina: dopo il caldo una pericolosa goccia fredda scivolerà sopra le calde acque del Tirreno

In settimana rischio di fenomeni temporaleschi localmente intensi

Dopo un prolungato periodo caratterizzato da temperature elevate, accompagnate da elevati tassi di umidità relativa, la situazione meteorologica subirà una brusca virata, causa un cambio di circolazione che predisporrà le basi ad un nuovo guasto del tempo. L’alta pressione sub-tropicale cede, lasciando spazio ad una ondulazione ciclonica, di origine atlantica, di insinuarsi sul bacino centrale del Mediterraneo, per isolare un minimo depressionario nella giornata di martedì. Tale circolazione depressionaria ad inizio settimana tenderà a scivolare verso sud-est, coinvolgendo più da vicino le nostre regioni meridionali. Ed in modo particolare la Calabria e la Sicilia.

Per la Sicilia si tratterà del primo peggioramento di agosto, che rischia di compromettere la prima decade del mese. Fino alla mattinata di domani il tempo continuerà a mantenersi stabile e soleggiato. Poi dal primo pomeriggio di domani l’avvicinamento di questa ondulazione ciclonica favorirà una instabilizzazione della colonna d’aria, agevolando l’improvviso sviluppo di diversi temporali di calore, fra i Nebrodi, l’Etna e i Peloritani meridionali. Alcuni di questi temporali risulteranno particolarmente intensi e venendo agganciati in quota dalle forti correnti da W-SW tenderanno a sconfinare verso la costa ionica, e dalla serata pure nell’area dello Stretto.

Sempre dalla serata di domani dal Tirreno si cominceranno ad affacciare i primi annuvolamenti, medio-alti, sempre più compatti, che indicheranno il peggioramento. Un asse di saccatura, alimentato da un ramo discendente della “corrente a getto”, penetrerà sul Tirreno, evolvendosi in una circolazione ciclonica, con un nocciolo di aria fredda in quota. La presenza di questa “sacca di aria più fredda” in quota ad enfatizzare l’instabilità. Specie sopra il mar Tirreno, dove i fortissimi contrasti termici fra l’aria fredda in quota e la superficie del mare particolarmente calda (+28°C)agevoleranno il rapido sviluppo di fortissime correnti ascensionali (moti convettivi), che metteranno le basi per la nascita di imponenti “celle temporalesche”, foriere di piogge e temporali. Queste “torri di vapore acqueo” potranno elevarsi fino a 12 km di altezza.

Secondo le ultimissime simulazioni modellistiche, fra giovedì e venerdì, questa circolazione depressionaria in quota scivolerà in direzione dello Ionio, favorendo un peggioramento delle condizioni meteorologiche un po’ su quasi tutta la Sicilia e la Calabria. Lungo la parte anteriore di questa circolazione di bassa pressione, attiva in quota, si attiverà un flusso di umide correnti nord-occidentali che determineranno condizioni di marcata instabilità sul basso Tirreno, con la formazione di imponenti cumulonembi temporaleschi che apporteranno piogge, rovesci e locali nubifragi. Purtroppo veniamo da una settimana di temperature davvero calde e la superficie dei mari è particolarmente elevata.

Ciò vuol dire che vi è il rilascio di una maggior quantità di vapore acqueo nell’atmosfera. Tutto ciò rappresenta il carburante pronto ad esplodere sotto forma di fenomeni intensi, che soprattutto fra giovedì sera e venerdì potrebbero colpire duramente le coste tirreniche, incluso lo Stretto. Nel caso di uno spostamento più verso levante di questa circolazione depressionaria in quota, in direzione della Grecia e dell’Albania, gli effetti destabilizzante sarebbero più attenuati.

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

Un commento

  1. Sergio Martino 3 Agosto 2020 18:43

    Purtroppo la necessità di piogge si fa sentire!…. Magari fosse vero quanto previsto da Lei!!
    Il forte caldo e la siccità stanno portando l’isola nel baratro degli incendi grazie alla mano criminale dell’uomo e alla riduzione di risorse idriche!
    Preghiamo che il miracolo avvenga!!

    0
    0

Rispondi a Sergio Martino Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x