L'instabilità non molla, l'estate si prenderà una pausa più lunga - Tempo Stretto

L’instabilità non molla, l’estate si prenderà una pausa più lunga

Daniele Ingemi

L’instabilità non molla, l’estate si prenderà una pausa più lunga

domenica 17 Giugno 2018 - 04:47
L’instabilità non molla, l’estate si prenderà una pausa più lunga

Le continue infiltrazioni di aria fresca in uscita dai Balcani anche nei prossimi giorni continueranno ad alimentare l'instabilità, più sole domenica pomeriggio e nella giornata di lunedì, ma da martedì incombe un nuovo peggioramento, con nuove piogge e temporali

Come previsto l’estate si è presa una pausa. Dopo i rovesci e i temporali che nelle ultime ore hanno colpito buona parte del litorale tirrenico e i quartieri della zona nord di Messina, che nella prima mattinata di venerdì sono stati interessati da una grossa “cellula temporalesca” (temporale a microscala sfornata dal Tirreno) che ha dispensato un autentico nubifragio, il tempo continuerà a rimanere ancora instabile e inaffidabile, nonostante le schiarite e gli spazi soleggiati. Difatti l’intero sud Italia rimane influenzato da una vasta circolazione depressionaria, in lento spostamento verso i Balcani, che richiama delle correnti più fresche da NO e N-NO, provenienti dall’Europa danubiana e dai vicini Balcani. Queste masse d’aria più fresche, soprattutto in quota, tendono a scorrere al di sopra di uno strato di aria più calda (temperature superiori ai +22°C +24°C) e molto umida, preesistente nei bassi strati. I notevoli divari termici, ma anche igrometrici, che si vengono a innescare, fra l’aria più fresca in quota che scorre al di sopra dello strato di aria calda e umida presente nei bassi strati, tendono a destabilizzare la colonna d’aria, favorendo lo sviluppo di annuvolamenti cumuliformi (nubi a sviluppo verticale), a carattere sparso, che possono dare origine a delle piogge e a temporali molto localizzati.

Nelle prime ore di oggi, domenica 17 giugno, un’altra linea di instabilità in discesa dal Tirreno, caratterizzata da elevati tassi di umidità, dovrebbe attraversare il messinese, apportando nuovi rovesci, distribuiti a carattere sparso, che bagneranno soprattutto i quartieri della zona nord di Messina e la parte settentrionale dello Stretto. I fenomeni dovrebbero però già diradarsi nel corso della mattinata, lasciando spazio a nuove schiarite e spazi soleggiati da N-NO, che dalle coste tirreniche si estenderanno allo Stretto e alla costa ionica, perdurando per buona parte del pomeriggio e della serata. Nel pomeriggio infatti il tempo si presenterà decisamente più asciutto, in un contesto di cieli parzialmente nuvolosi e ampi spazi di sole. Ma già dalla serata dal Tirreno si avvicinerà un nuovo peggioramento, con un aumento della nuvolosità, per la discesa di una seconda linea di instabilità. Entro la nottata qualche pioggia potrebbe colpire nuovamente le località della costa tirrenica e la zona nord di Messina. Dal punto di vista termico è atteso un lieve rialzo, massime sui +26°C e minime sui +20°C. Venti deboli dai quadranti settentrionali e mari poco mossi o leggermente mossi.

Lunedì 18 giugno, al mattino, la persistenza di una circolazione di aria fresca dai quadranti settentrionali ammasserà un po' di nuvole lungo le coste tirreniche, dove non si potranno escludere altri fenomeni, seppur a carattere isolato e di breve durata. Ma già dalla mattinata la tendenza è verso un deciso miglioramento, con spazi soleggiati sempre più ampi anche sulle coste tirreniche. Lungo lo Stretto di Messina e sul litorale ionico persisteranno ampi spazi soleggiati alternati al passaggio di annuvolamenti da Nord, più o meno compatti. Le temperature non subiranno grosse variazioni di rilievo. I venti continueranno a spirare dai quadranti settentrionali rendendo i mari da poco mossi a mossi. Malgrado il miglioramento di lunedì, già da martedì un nuovo peggioramento potrebbe affacciarsi in riva allo Stretto, condizionando in negativo anche la giornata di mercoledì 20 giugno, che rischia di essere compromessa da una nuova ondata di maltempo un po' più intensa e organizzata, in grado di riservare precipitazioni più organizzate e diffuse sull’intero territorio provinciale. Ma di questo torneremo a palarne nei prossimi aggiornamenti.

Daniele Ingemi

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007