Michele Campanella e l'Orchestra Sinfonica del Corelli al Palacultura - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Michele Campanella e l’Orchestra Sinfonica del Corelli al Palacultura

Redazione

Michele Campanella e l’Orchestra Sinfonica del Corelli al Palacultura

venerdì 22 Febbraio 2019 - 07:53

Domenica 24 febbraio 2019 al Palacultura Antonello, alle ore 18, nuovo appuntamento della 98ª Stagione Concertistica della Filarmonica Laudamo con Michele Campanella & l’Orchestra Sinfonica del Conservatorio “Corelli”, diretta da Bruno Cinquegrani.

In programma musiche di Liszt, Brahms, Dvorâk. Il concerto è il frutto di una sinergia tra la Filarmonica Laudamo onlus ed il Conservatorio «Corelli» di Messina.

Formatosi alla scuola di Vincenzo Vitale, Michele Campanella ha cominciato la sua carriera come pianista virtuoso per poi allargare i suoi orizzonti alla direzione d’orchestra e alla saggistica, sino a essere oggi punto di riferimento della musica in Italia. La Società “Franz Liszt” di Budapest gli ha conferito il Gran Prix du Disque nel 1976, 1977 e nel 1998, Nel 1986 il Ministero della Cultura ungherese gli ha conferito la medaglia ai “meriti lisztiani”, così come l’American Liszt Society nel 2002.  

Artista assai versatile, Campanella si è avvicinato ad autori quali Clementi, Weber, Poulenc, Busoni (Premio della Critica Discografica Italiana nel 1980 per le incisioni con la Fonit Cetra), Rossini, Brahms, Ravel e Liszt. Ha suonato con le principali orchestre europee e statunitensi, collaborando con i più grandi direttori fra cui Claudio Abbado, Zubin Mehta, Riccardo Muti, Georges Prêtre, Esa-Pekka Salonen,

Frequentemente invitato in paesi quali Australia, Russia, Gran Bretagna, Cina, Argentina è stato ospite dei festival internazionali di Lucerna, Vienna, Praga, Berlino e Pesaro (Rossini Opera Festival). Negli anni ’90 è stato al fianco di Salvatore Accardo e Rocco Filippini, quali partner ideali per affrontare i capolavori della musica da camera. Negli anni recenti si è molto sviluppata l’attività di Michele Campanella in veste di direttore-solista con le più prestigiose orchestre italiane.

Titolare della cattedra di pianoforte all’Accademia Chigiana di Siena dal 1986 al 2010, è membro dell’ Accademia di Santa Cecilia dal 1983, dell’Accademia Filarmonica Romana, dell’Accademia Cherubini di Firenze, e da cinque stagioni è direttore artistico del Maggio della Musica di Napoli. Dal 2008 è Presidente della Società Liszt, chapter italiano dell’American Liszt Society. Nell’aprile 2018 gli è stata conferita la Laurea Honoris Causa in Discipline della Musica e dello Spettacolo per meriti culturali e artistici dalla Università degli Studi di Napoli “Federico II”.

Bruno Cinquegrani ha studiato pianoforte e composizione a Napoli e direzione d’orchestra a Mannheim, perfezionandosi negli USA. Già direttore associato della Los Angeles Opera e dell’Orchestra Sinfonica della Crimea, collabora con l’Orchestra Nazionale della Polonia, i Belgrade Philharmonic e l’Orchestra Nazionale Ucraina. Ha esordito operisticamente al San Carlo di Napoli e ha diretto produzioni liriche a Londra, Parigi, Helsinki, Seattle, Aspen, Tokyo, Bologna, Bergamo, Palermo, Sassari. Ha collaborato con solisti come Placido Domingo, Thomas Allen, Mariella Devia, Ruggero Raimondi, e registi come Woody Allen. Ha collaborato con i direttori Renato Palumbo, Maurizio Benini, Muhai Tang e con David Parry al Garsington Festival. Dal 2007 collabora con James Conlon. Nel 2012 è stato invitato dal Domingo-Thornton Young Artist Program all’Opera di Los Angeles per tenere seminari sull’interpretazione del repertorio italiano. Ha inciso in CD e DVD il Marin Faliero di Donizetti.

L’Orchestra Sinfonica del Conservatorio Corelli è costituita da docenti, allievi e tirocinanti del Conservatorio, ha moltiplicato nel tempo le esibizioni, il repertorio e la ricerca. Fra i tanti concerti – dal Festival del Cinema di Taormina alla Notte della Musica – che hanno visto protagonista la formazione orchestrale del Conservatorio messinese, questa è stata diretta da Ennio Morricone al Teatro Antico di Taormina, in occasione di un omaggio al regista Giuseppe Tornatore. L’Orchestra ha collaborato inoltre con alcuni fra i protagonisti della musica del nostro tempo, come Franco Mezzena, Stefan Milenkovich e Calogero Palermo.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x