Le 14 bare al porto, scarcerati i presunti scafisti - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Le 14 bare al porto, scarcerati i presunti scafisti

Alessandra Serio

Le 14 bare al porto, scarcerati i presunti scafisti

sabato 01 Agosto 2015 - 22:09
Le 14 bare al porto, scarcerati i presunti scafisti

Convalidato l'arresto dei tre stranieri identificati come gli scafisti del viaggio di morte conclusosi il 29 luglio a Messina, dove dalla nave dei soccorsi sono state sbarcate anche 14 salme.

Il GIP Monica Marino ha convalidato l'arresto di Aimad Muhamad – libanese di 26 anni) Aly Hniny – marocchino di 44 anni – e Basil Hemco, siriano di 27 anni. Il marocchino è rimasto in carcere per scontare una condanna definitiva per spaccio di droga, ed è indagato insieme al ventisettenne anche per lesioni personali. Secondo gli investigatori questi ultimi due erano i responsabili della "sicurezza" sui barconi.

E' a loro, che si dovrebbero imputare le violenze che hanno portato alla morte dei quattordici uomini arrivati cadaveri al molo Marconi di Messina lo scorso 29 luglio. Il Giudice ne ha disposto la scarcerazione perché sotto il profilo delle esigenze cautelari gli indizi sin qui raccolti dalla Squadra Mobile non sono sufficienti a tenerli in carcere. Ma l'inchiesta degli uomini del Vice Questore Giuseppe Anzalone è ancora in corso, e i sopravvissuti di quel tragico viaggio, soccorsi su più barconi in diverse operazioni nel Canale di Sicilia, stanno ancora verbalizzando i loro racconti dell'orrore. Il Giudice ha quindi accolto l'istanza del loro legale, l'avvocato Rosa Guglielmo, e dopo aver convalidato il provvedimento li ha rimessi in libertà. A coordinare gli accertamenti è il PM Antonella Fradà. Una parte dell'indagine si muove anche su Taranto, dove sono stati arrestati altri presunti scafisti.

(Alessandra Serio)

Tag:

8 commenti

  1. COME VOLEVASI DIMOSTRARE E COME AVEVO GIA’ SCRITTO IN ALTRI GIORNALI NAZIONALI ORMAI L’ITALIA NON SOLO NON HA PIU’ IL NOCCHIERO, MA E’ LA SERVA DELLE SERVE E SENZA DIGNITA’. IN QUANTO LE SERVE HANNO DIGNITA’ DA VENDERE LE MAFIE AFRICANE E MUSSULMANE HANNO, AL CONTRARIO DELL’ITALIA CHE NON HA DIGNITA’, HANNO FORZA DETERMINAZIONE E SOPRATUTTO AMICI IN ITALIA PER LA POLITICA CHE LI AIUTA A FARLI VENIRE. QUESTA E LA VERITA’. HANNO FATTO ARRICCHIRE SCHIFOSE PERSONE CON LA POLITICA COMPLICE IN ITALIA. CON IL FALSO BUONISMO E ACCOGLIENZA HANNO LE MANI INSANGUINATE DI BAMBINI. E POI PARLANO DI RAZZISMO CHIEDONO AIUTO A PRETI CATTOCOMUNISTI CHE PARLANO DI RAZZISMO E GLI OMICIDI?

    0
    0
  2. COME VOLEVASI DIMOSTRARE E COME AVEVO GIA’ SCRITTO IN ALTRI GIORNALI NAZIONALI ORMAI L’ITALIA NON SOLO NON HA PIU’ IL NOCCHIERO, MA E’ LA SERVA DELLE SERVE E SENZA DIGNITA’. IN QUANTO LE SERVE HANNO DIGNITA’ DA VENDERE LE MAFIE AFRICANE E MUSSULMANE HANNO, AL CONTRARIO DELL’ITALIA CHE NON HA DIGNITA’, HANNO FORZA DETERMINAZIONE E SOPRATUTTO AMICI IN ITALIA PER LA POLITICA CHE LI AIUTA A FARLI VENIRE. QUESTA E LA VERITA’. HANNO FATTO ARRICCHIRE SCHIFOSE PERSONE CON LA POLITICA COMPLICE IN ITALIA. CON IL FALSO BUONISMO E ACCOGLIENZA HANNO LE MANI INSANGUINATE DI BAMBINI. E POI PARLANO DI RAZZISMO CHIEDONO AIUTO A PRETI CATTOCOMUNISTI CHE PARLANO DI RAZZISMO E GLI OMICIDI?

    0
    0
  3. Franco Caliri 2 Agosto 2015 07:25

    Rimessi in libertà???

    0
    0
  4. Franco Caliri 2 Agosto 2015 07:25

    Rimessi in libertà???

    0
    0
  5. Franco Caliri 2 Agosto 2015 16:57

    Capisco che questi scafisti non siano pericolosi come Genovese…
    Giusto rimetterli in libertà… Siamo garantisti, a Messina….

    0
    0
  6. Franco Caliri 2 Agosto 2015 16:57

    Capisco che questi scafisti non siano pericolosi come Genovese…
    Giusto rimetterli in libertà… Siamo garantisti, a Messina….

    0
    0
  7. se ” gli indizi sin qui raccolti dalla Squadra Mobile non sono sufficienti a tenerli in carcere” significa che non vi è alcuna certezza che quelle Persone siano gli autori dei reati contestati: cosa c’è da discutere?

    0
    0
  8. se ” gli indizi sin qui raccolti dalla Squadra Mobile non sono sufficienti a tenerli in carcere” significa che non vi è alcuna certezza che quelle Persone siano gli autori dei reati contestati: cosa c’è da discutere?

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x