Blitz notturno tra stalle e fabbricati: scoperto "covo" di armi e munizioni - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Blitz notturno tra stalle e fabbricati: scoperto “covo” di armi e munizioni

Veronica Crocitti

Blitz notturno tra stalle e fabbricati: scoperto “covo” di armi e munizioni

giovedì 23 Gennaio 2014 - 11:52
Blitz notturno tra stalle e fabbricati: scoperto “covo” di armi e munizioni

Arrestati in flagranza i fratelli Triscari, proprietari di un'azienda di allevamento e produzione casearia alle porte di Milazzo. I carabinieri del Nucleo Radiomobile hanno scoperto il "covo" dove nascondevano armi e munizioni.

All’apparenza era una normalissima azienda di allevamento bestiame e produzione di prodotti caseari, costituita da diversi fabbricati collocati alle porte di Milazzo. In realtà, tra le stalle, i depositi e i magazzini, i due fratelli Triscari vi avevano allestito un vero e proprio arsenale di armi, con munizioni di ogni tipo, pistole, fucili ed anche pezzi di ricambio di diverse macchine probabilmente rubate.

Da diverso tempo i carabinieri del Nucleo Radiomobile di Milazzo erano sulle tracce del “covo” in cui il 53enne Giovanni Triscari ed il 44enne Sebastiano Triscari nascondevano armi e munizioni. I due fratelli, tortoriciani d’origine e proprietari dell’azienda milazzese, erano ben conosciuti all’interno dell’ambiente delle Forze dell’Ordine.

Il blitz è scattato ieri sera quando gli agenti, insieme al nucleo cinofili di Nicolosi, hanno fatto irruzione e dato il via ad una perquisizione serrata durata diverse ore. Tante le armi trovate all’interno dei fabbricati tra cui due pistole semiautomatiche e tre fucili perfettamente funzionanti, insieme a notevoli quantità di munizioni di diverso calibro e genere. La presenza di impugnature di fucili privi delle parti restanti fa, inoltre, supporre che l’attività dei due fratelli tortoriciani non riguardasse solo la ricettazione di armi, ma anche la modifica e la fabbricazione abusiva. Tra i vari depositi, i carabinieri hanno anche scovato una zona in cui erano accatastati diversi pezzi di ricambio di auto e le targhe di due macchine rubate. Tutto il materiale è stato posto sotto sequestro, mentre i due Triscari sono stati arrestati e condotti alla Casa Circondariale di Messina Gazzi. Dovranno rispondere di detenzione illegale di armi da fuoco e ricettazione. (Veronica Crocitti)

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007