Milazzo. Violenza sulle donne: Palazzo d’Amico s'illumina d’arancione

Milazzo. Contro la violenza sulle donne: Palazzo d’Amico si illumina d’arancione

Salvatore Di Trapani

Milazzo. Contro la violenza sulle donne: Palazzo d’Amico si illumina d’arancione

giovedì 24 Novembre 2022 - 16:00

Questo venerdì Palazzo d’Amico, a Milazzo, si illuminerà di arancione: il colore simbolo scelto dall’Onu per la giornata contro la violenza sulle donne

MILAZZO – Nuova iniziativa del Comune di Milazzo in concomitanza con la giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Mentre sui social è attiva già da qualche settimana una campagna di sensibilizzazione, in prossimità con l’appuntamento che sarà ospitato presso il teatro Trifiletti, l’assessorato alle pari opportunità ha deciso di aderire alla campagna “Orange Day”.

Questo venerdì 25 novembre Palazzo d’Amico si illuminerà di arancione, il colore simbolo scelto dall’Onu per la giornata contro la violenza sulle donne.

«Bisogna essere intolleranti verso tutte le forme di mancanza di rispetto per la donna: dalla battuta sessista, alle avances non gradite, ad ogni atteggiamento possessivo che limita la libertà e i diritti della donna». È quanto dichiarato dall’assessore alle pari opportunità Beatrice De Gaetano, che aggiunge: «La sensibilizzazione è fondamentale in quanto è prioritario sconfiggere le logiche culturali che portano ad un crescendo di violenza nei confronti delle donne: dalla degenerazione verbale, alle minacce, alle aggressioni fisiche , ai ricatti morali, allo stalking, fino all’omicidio».

De Gaetano ha quindi parlato delle azioni intraprese nel milazzese per contrastare il fenomeno della violenza sulle donne e per fornire sostegno e aiuto alle vittime: «Nella nostra città esistono associazioni specifiche che seguono con attenzione questa problematica, operando in sinergia con le forze dell’ordine. Quest’ultime in grado di attivare la procedura d’urgenza denominata “ codice rosso” e intervenendo così in maniera tempestiva. Il mio obiettivo –ha concluso- è quello di potenziare, nel tempo i servizi e le azioni di formazione e di sensibilizzazione coinvolgendo sempre più i cittadini, dagli adolescenti agli anziani, su questa problematica perché solo attraverso la conoscenza che si può coltivare una cultura del rispetto e dell’uguaglianza».

Articoli correlati

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007