Navarra: "Alle ex Province 270 mln. in meno. Crocetta e Musumeci i responsabili" - Tempostretto

Navarra: “Alle ex Province 270 mln. in meno. Crocetta e Musumeci i responsabili”

Redazione

Navarra: “Alle ex Province 270 mln. in meno. Crocetta e Musumeci i responsabili”

Tag:

venerdì 05 Aprile 2019 - 18:33

"Ancora più allarmante - dice il Deputato del PD - è scoprire che per 'tappare' le falle apertesi nei bilanci delle ex Province, si sta ricorrendo ai fondi già destinati alla Sicilia per investimenti, trasformandoli in spesa corrente”

“Nell’ambito del mio lavoro all’interno della Commissione Bilancio della Camera, ho avuto modo di approfondire la vicenda relativa alle ex Province siciliane, facendo emergere così dati allarmanti che inchiodano alle proprie responsabilità tanto l’ex Governo Crocetta, quanto l’attuale Governo Musumeci”. Lo afferma il Deputato nazionale del Partito Democratico, Pietro Navarra.

“Il dato evidente – prosegue Navarra – è che, nell’ultimo triennio, alle ex Province siciliane sono stati erogati 270 milioni di euro in meno rispetto a tutte le altre Province italiane. Ciò è accaduto perché le somme del prelievo forzoso effettuato nel 2013 sul bilancio delle Province sono state redistribuite in tutta Italia con l’eccezione della Sicilia e della Sardegna, senza alcun motivo plausibile”.

“Sotto la Presidenza Crocetta, la Sicilia aveva fatto da sponda alle decisioni del Governo nazionale, firmando accordi capestro, anche sulla pelle delle province siciliane. Adesso, però, emerge che anche il Governo Musumeci sta tenendo il medesimo atteggiamento, a partire da quanto sancito dal patto Stato-Regioni del dicembre 2018 e da ciò che verrà probabilmente stabilito da ulteriori accordi, pronti per la firma. Pure Musumeci sembrerebbe avere scelto la stessa strada del passato, vanificando così le residue speranze di vedere riconosciute le ragioni di un territorio, mortificato da scelte penalizzanti”.

“Ancora più allarmante – dice il Deputato del PD – è scoprire che per ‘tappare’ le falle apertesi nei bilanci delle ex Province, si sta ricorrendo ai fondi già destinati alla Sicilia per investimenti, trasformandoli in spesa corrente. Non solo, quindi, meno soldi alle ex Province, ma quelli che vengono ad esse riconosciuti (e che serviranno a pagare gli stipendi dei dipendenti) sono comunque sottratti alla nostra Regione, che così non potrà sfruttarli per opere pubbliche”.

“Il Governo deve riconoscere a noi siciliani ciò che ci spetta.

Il sindaco metropolitano di Messina, Cateno De Luca, dopo l’assurda decisione di mettere in ferie forzate i dipendenti dell’ex Provincia di Messina, aveva avviato un’interlocuzione con il sottosegretario del M5S, Alessio Villarosa, che si era detto convinto di potere risolvere la vicenda a breve termine. Che fiducia possiamo riporre nel rappresentate di un Governo che nella Legge di Bilancio approvata lo scorso dicembre ha proposto e votato un ulteriore trasferimento di risorse alle Province e Città Metropolitane in tutta Italia, tranne che per la Sicilia e la Sardegna per ulteriori 280 milioni di euro? Non ci vengano a dire, poi, che non ci sono i soldi che sono sempre bravi a trovare per altri territori diversi dalla Sicilia”.

“Continueremo a batterci per avere ciò che ci spetta e metteremo in luce tutto ciò che chi poteva fare non ha fatto oggi è nel recente passato.

Molto spesso le scelte contro la Sicilia sono state fatte con la complicità delle classi dirigenti siciliane. Mi auguro – conclude Navarra – che non si continui a compiere questo tragico errore”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007