Franza sotto inchiesta, la Procura indaga sul traghettamento nello Stretto - Tempostretto

Franza sotto inchiesta, la Procura indaga sul traghettamento nello Stretto

Alessandra Serio

Franza sotto inchiesta, la Procura indaga sul traghettamento nello Stretto

giovedì 28 Maggio 2015 - 15:07

Il 4 giugno gli interrogatori di Vincenzo Franza e Olga Mondello, i vertici della Caronte&Tourist interdetti per un anno dalle gare pubbliche messinesi dopo la denuncia dei fratelli Catalano sulla gara per la rasa San Francesco nel 2013 e quella per il terminal Tremestieri nel 2010.

C'è attesa per il confronto tra il GIP Salvatore Mastroeni e l'ingegnere Vincenzo Franza, dopo l'interdizione, disposta dal giudice, dei vertici della compagnia di navigazione. L'interrogatorio è stato fissato per giovedì 4 giugno prossimo.

Quel giorno il giudice ascolterà l'armatore e la madre Olga Franza, mentre le altre 4 persone coinvolte saranno interrogate per rogatoria. Saranno cioè i giudici di Reggio Calabria ad interrogare l'amministratore delegato Antonio Repaci, residente dall'altro lato dello Stretto, ed a Salerno i tre rappresentanti della Salerno container terminal, Agostino, Vincenzo ed Enrico Gallozzi. I verbali degli interrogatori torneranno poi a Messina. Pochi dubbi che l'ingegnere Franza e la madre decidano di rispondere al confronto, al quale prenderà parte anche il titolare dell'inchiesta, il pm Liliana Todaro.

E' lei ad occuparsi dell'indagine, della quale ancora traspare poco, a leggere il provvedimento del giudice Mastroeni. Il sostituto procuratore aveva chiesto al GIP una interdizione generica, Mastroeni l'ha poi "declinata" alle gare, esclusivamente a quelle pubbliche e bandite in provincia di Messina. A parte le sei persone interessate, al momento non ci sono altri indagati ma è probabile che presto l'indagine sul traghettamento nello Stretto registri sviluppi ancora più eclatanti.

La Procura infatti sta indagando anche sull'approdo a sud, a Tremestieri, e sull'aggiudicazione della gara relativa al terminal, nel 2010 andata sempre al gruppo Franza. Anche in quella occasione, infatti, alla gara partecipò la stessa anzienda salernitana del gruppo Gallozzi che secondo la magistratura messinese ha concorso alla gara pilotata dai Franza. Anche in questo caso i fari degli investigatori puntano specificatamente sugli aspetti relativi al traghettamento nello Stretto, e mirano a capire quanto ci sia di legale, e se ci sono in questo specifico caso rilievi penali, su quella che è una sorta di regola non scritta in fatto di affari di navigazione, e cioè che "ogni armatore è padrone sulle spiagge di casa propria".

Alessandra Serio

Tag:

8 commenti

  1. Una curiosità……ad esempio la Meridiano Lines a chi appartiene?

    0
    0
  2. Una curiosità……ad esempio la Meridiano Lines a chi appartiene?

    0
    0
  3. alla curiosità :
    La Meridiano Lines é del gruppo CaronteTourist !!!! perché
    basta guardare gli Amministratori degli ultimi 10 anni “tutti dipendenti della CaronteTourist” – nonché verificare il noleggio “di proprietà CaronteTourist” delle navi a scafo nudo ad un prezzo “RIDICOLO”

    0
    0
  4. alla curiosità :
    La Meridiano Lines é del gruppo CaronteTourist !!!! perché
    basta guardare gli Amministratori degli ultimi 10 anni “tutti dipendenti della CaronteTourist” – nonché verificare il noleggio “di proprietà CaronteTourist” delle navi a scafo nudo ad un prezzo “RIDICOLO”

    0
    0
  5. letterio.colloca 29 Maggio 2015 15:23

    Perché ERO ORGOGLIOSO d’essere messinese!!Ho girato TUTTA l’Europa “libera” anche per diporto fino a VENT’ANNI FA circa facendomi riconoscere per ONESTA’,CORTESIA E CIVISMO:qualità innate negli AUTENTICI MESSINESI che VANTAVANO illustrissimi CONCITTADINI (Gaetano Martino,Salvatore Pugliatti,ecc),persone UMANE che hanno dato lustro anche a noi, MODESTISSIMI.Messina brillava negli occhi dei nostri interlocutore al pari di un …EDEN!(vedansi le documentazioni più varie di vent’anni addietro:dal commercio al turismo,ecc).Città elegante nella sua modestia,salotto di siciliani perbene.Di contra oggi, annovera pescecani di ….paesi,antropofagi,ballisti,fantasisti e finti “babbi”.POVERA MESSINA,come t’hanno ridotto gli sciacalli.

    0
    0
  6. letterio.colloca 29 Maggio 2015 15:23

    Perché ERO ORGOGLIOSO d’essere messinese!!Ho girato TUTTA l’Europa “libera” anche per diporto fino a VENT’ANNI FA circa facendomi riconoscere per ONESTA’,CORTESIA E CIVISMO:qualità innate negli AUTENTICI MESSINESI che VANTAVANO illustrissimi CONCITTADINI (Gaetano Martino,Salvatore Pugliatti,ecc),persone UMANE che hanno dato lustro anche a noi, MODESTISSIMI.Messina brillava negli occhi dei nostri interlocutore al pari di un …EDEN!(vedansi le documentazioni più varie di vent’anni addietro:dal commercio al turismo,ecc).Città elegante nella sua modestia,salotto di siciliani perbene.Di contra oggi, annovera pescecani di ….paesi,antropofagi,ballisti,fantasisti e finti “babbi”.POVERA MESSINA,come t’hanno ridotto gli sciacalli.

    0
    0
  7. Quello dell’attraversamento commerciale/turistico dello stretto, tramite mezzi navali, è un problema molto complesso ed articolato. E’ possibile che la questione non sia stata approfondita a dovere. Prima avevamo una flotta dello Stato con 11 unità. …(tra il 1960 ed il 1974). Poi, il boom dei privati locaii. Il futuro ? : è logico pensare a gruppi stranieri. C’e’ da riflettere. Fossi al posto di Renzi, privilegerei le realtà locali, come elemento per risolvere la cronica disoccupazione dell’aerea intermetropolitana dello Stretto.

    0
    0
  8. Quello dell’attraversamento commerciale/turistico dello stretto, tramite mezzi navali, è un problema molto complesso ed articolato. E’ possibile che la questione non sia stata approfondita a dovere. Prima avevamo una flotta dello Stato con 11 unità. …(tra il 1960 ed il 1974). Poi, il boom dei privati locaii. Il futuro ? : è logico pensare a gruppi stranieri. C’e’ da riflettere. Fossi al posto di Renzi, privilegerei le realtà locali, come elemento per risolvere la cronica disoccupazione dell’aerea intermetropolitana dello Stretto.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007