Capo d'Orlando: Divieto di accesso ai cassonetti per gli esercizi commerciali - Tempostretto

Capo d’Orlando: Divieto di accesso ai cassonetti per gli esercizi commerciali

Capo d’Orlando: Divieto di accesso ai cassonetti per gli esercizi commerciali

venerdì 08 Maggio 2009 - 07:31

Nuove regole per lo smaltimento dei rifiuti.

Attraverso un Comunicato stampa l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Enzo Sindoni informa tutti commercianti sulle nuove norme per la raccolta differenziata.

Di seguito, integralmente, il Comunicato: «Da lunedì 25 maggio gli esercizi commerciali di Capo d’Orlando dovranno effettuare la differenziazione dei rifiuti.

Gli esercizi commerciali e di somministrazione di bevande ed alimenti, e precisamente: alberghi, bar, ristoranti, supermercati, vendita generi alimentari, pescherie, rosticcerie, paninerie e fast food presenti nel territorio comunale, dovranno eseguire la raccolta differenziata non potranno accedere ai cassonetti e saranno privati della licenza se violeranno queste disposizioni.

I rifiuti dovranno essere così distinti:

-a) frazione organica,

-b) frazione secco-indifferenziata,

-c) plastica,

-d) carta,

-e) cartone,

-f) vetro,

-g) legno,

-h) ingombranti,

La raccolta differenziata dovrà inoltre avvenire come segue:

1. I Rifiuti differenziati per tipologia, chiusi negli appositi contenitori dovranno essere raccolti direttamente sul luogo di produzione degli stessi. Nei contenitori è vietato introdurre pile medicinali scaduti, prodotti pericolosi ed infiammabili, oli animali e vegetali.

2. Detti contenitori devono essere depositati all’interno delle aree private di produzione.

3. Il loro ritiro è effettuato dagli incaricati dell’ATO ME 1 nei giorni, secondo il seguente calendario:

– Frazione Organica: – lunedì giovedì e sabato;

– Frazione secco Indifferenziata: – martedì e venerdì;

– Plastica: – martedì e venerdì;

– Carta: – giovedì;

– Cartone: – martedì, giovedì e sabato;

– Vetro: – lunedì mercoledì e venerdì;

– Legno: – giovedì;

– Ingombranti: – mercoledì.

Ma le novità non finiscono qui, infatti, il servizio a domicilio verrà sospeso negli esercizi che non fossero in regola col pagamento della Tia. Ed in questo caso essendo vietato l’accesso ai cassonetti, il Comune chiuderebbe l’attività non in grado di smaltire o avere smaltiti i propri rifiuti

“L’ordinanza non è certamente <> – ha dichiarato il Sindaco Enzo Sindoni – ma è il presupposto necessario per centrare tre obiettivi. Il 1° è raggiungere gli standard di raccolta differenziata idonei ad un paese civile ed imposte dalla legge; il 2° è avere Capo d’Orlando più pulita a partire proprio dalle aree di collocazione dei cassonetti, la cui completa rimozione avverrà entro la fine dell’anno, allorquando la raccolta differenziata sarà obbligatoria anche per le famiglie; il 3° costringere tutti a pagare per potere poi pagare tutti di meno”.

A Capo d’Orlando quindi, tempi duri per furbi ed evasori».

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007