Niente più puzza dal depuratore di Mili. Ecco il progetto definitivo da 3 milioni - Tempostretto

Niente più puzza dal depuratore di Mili. Ecco il progetto definitivo da 3 milioni

Marco Ipsale

Niente più puzza dal depuratore di Mili. Ecco il progetto definitivo da 3 milioni

Tag:

sabato 25 Maggio 2019 - 09:45

Entro settembre la gara d'appalto

MESSINA – Un intervento atteso da tempo dagli abitanti di Mili, che da anni devono convivere con la puzza proveniente dal depuratore. Ora il progetto di copertura delle vasche è definitivo e finanziato per 3 milioni coi fondi del Masterplan.

L’obiettivo è quello di convogliare tutte le emissioni puzzolenti verso i filtri di trattamento, eliminando ogni disturbo, senza comprendere la previsione di trattamento del rifiuto derivante da raccolta differenziata. Si opererà, in pratica, sulla qualità dell’area e sull’adeguamento tecnologico complessivo, per rendere l’impianto perfettamente funzionale sotto tutti i punti di vista.

Oltre alla copertura delle vasche, chiusura degli ambienti e sistemi di aspirazione, è previsto anche un nuovo impianto di areazione nelle vasche, l’adeguamento degli impianti elettrico e antincendio ed il ripristino del calcestruzzo ammalorato.

Il progetto definitivo sarà adesso sottoposto alla conferenza dei servizi per l’acquisizione di ogni utile parere finalizzato all’approvazione, per poi procedere all’appalto integrato.

Si prevede che il progetto sarà appaltato entro il mese di settembre 2019, i lavori potrebbero quindi iniziare nel mese di febbraio 2020 ed avranno una durata massima di 14 mesi.

Articoli correlati

2 commenti

  1. Così all’ inaugurazione Cateno si potrà fare un bel tuffo nella vasca…. cu tutti I robbi!

    0
    0
  2. MA QUANTI CHIMICI SONO PREVISTI PER FARE LE ANALISI IN INGRESSO ED IN USCITA DELLE ACQUE DAL DEPURATORE.? BISOGNA FARE IN MODO CHE I GAS SOLFORATI puzzolenti (H2S, VENGANO ADSORBITI E CHE NON VI SIA UN ECCESSO DI MERCAPTANI (RSH) (maleodoranti) derivati dalla (degradazione proteica) (CARNE-PESCE-SOSTANZE ORGANICHE PROTEICHE ecc.). PER FAVORE NON VI ARRISCHIATE A FARE IN MODO CHE I NITRATI ALL’USCITA SIANO MAGGIORI DI QUELLI IN INGRESSO. VI ASSICURO CHE PUO’ SUCCEDERE SE L’ANALISI NON E’ FATTA CORRETTAMENTE. INOLTRE NITRITI NON VE NE DEBBONO ESSERE ovvero la quantità in mg/l deve essere vicina a zero. VI RICORDO CHE IN PASSATO SONO STATE USATE SOLUZIONI DISCUTIBILI COME L’USO DELLE COZZE PER RIPULIRE BIOLOGICAMENTE LE VASCHE: IL RISULTATO E’ STATO QUELLO DI UN MAGGIOR INQUINAMENTO

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007