Nizza. "Problemi di sicurezza", dopo la morte di Sara e Cosima sospeso il mercato - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Nizza. “Problemi di sicurezza”, dopo la morte di Sara e Cosima sospeso il mercato

Gianluca Santisi

Nizza. “Problemi di sicurezza”, dopo la morte di Sara e Cosima sospeso il mercato

martedì 18 Febbraio 2020 - 17:43
Nizza. “Problemi di sicurezza”, dopo la morte di Sara e Cosima sospeso il mercato

La decisione è stata assunta dal sindaco Piero Briguglio: "Troppi rischi, il mercato sarà trasferito in un'altra area già individuata"

NIZZA – Stop al mercato quindicinale nella cittadina jonica dopo la morte delle due sorelle Cosima Pellizzeri e Sara Manoti, 96 e 89 anni, vittime, all’alba del 12 febbraio scorso, di un incendio che ha distrutto la loro abitazione.

Oggi è arrivata la decisione del sindaco Piero Briguglio, con un avviso di poche righe per comunicare alla cittadinanza la “sospensione temporanea del mercato quindicinale dal 26 febbraio 2020 fino a data da destinarsi”. Nessun’altra spiegazione in merito, se non un rimando all’ordinanza numero 20 del 2020, firmata sempre questa mattina.

L’ordinanza di sospensione del mercato

Nel testo si fa riferimento proprio alla “tragica vicenda, consumatasi sulla via Lungomare Unità dell’Italia, in cui sono morte due nostre concittadine – scrive il sindaco Briguglio – che ha drammaticamente posto in primo piano i problemi di sicurezza connessi allo svolgimento del mercato quindicinale nell’attuale sito”.

Il mercato si svolge nella zona nord del lungomare nizzardo, proprio nel tratto dove si trovava l’abitazione delle sorelle Cosima e Sara. Se l’incendio fosse accaduto proprio nel giorno di mercato, i mezzi di soccorso avrebbero avuto enormi difficoltà a raggiungere l’edificio. Una situazione di rischio che si presenta, però, ogni due mercoledì. Da qui la scelta del sindaco, “ritenuto necessario ed indifferibile – si legge ancora nel provvedimento – al fine di tutelare l’incolumità pubblica, sospendere il mercato quindicinale fino alla sua collocazione in altra area, già peraltro individuata”.

Il trasferimento del mercato

La scelta, nota da tempo, è quella di trasferire il mercato in un’area posizionata lungo la strada intercomunale Nizza-Fiumedinisi. Tra la sistemazione dello slargo e l’ottenimento delle necessarie autorizzazioni, però, passeranno ancora dei mesi. Due o tre, secondo le previsioni più ottimistiche. Intanto, si muovono anche gli operatori. Domani mattina è prevista una riunione degli iscritti ad Anva – Confesercenti. “Studieremo – anticipa il dirigente Pietro Aci – la soluzione migliore per tutelare gli interessi degli operatori e le necessità espresse dal Comune in termini di sicurezza”. 

Articoli correlati

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007