Nuova amministrazione

Antonino Marino: "Lettera spalancata....al sindaco. Caro Cateno.."



Commenti

node comment

Antonino MarinoMer, 25/07/2018 - 15:16 July 25, 2018

Ecco quindi la parte della mia Lettera al Sindaco che la Redazione ha dovuto eliminare per problemi d’impaginazione dove, con riferimento al Prof. Bramanti ho scritto “:….speriamo anche lui, sia pure dall’opposizione, possa dare un importante contributo per la soluzione dei problemi……………….”MESSINA SI MERITA DE LUCA”, in tal modo insultando tutte le persone che non lo hanno votato e anche quelli che, COME IL SOTTOSCRITTO “HANNO PREFERITO STARSENE A CASA” 6) Spero, carissimo “LAPAURAFA90” di essere stato chiaro e conciso. Il termine “accuccia” lo usi con il suo cane, quando qualche volta: “abbaia alla luna”. Antonino MA RI NO. 24- Luglio 2018
Antonino MarinoMer, 25/07/2018 - 15:14 July 25, 2018

Ho lavorato ininterrottamente e senza soluzione di continuità dal Gennaio 1956 al Luglio del 2011, trenta nella pubblica Amm.ne e trenta quali libero professionista. Ho proceduto sempre ALL’IMPIEDI A TESTA ALTA, senza mai – dico mai - “ACCUCCIARMI” da nessuna parte e, per questo, incassato più di qualche cazzotto in faccia e corso anche qualche rischio. Dunque, carissimo “LAPAURAFA90” e chiudo, Lei non usi termini di cui ignora il significato 5) “Dulcis in fundo”Lei nel suo commento scrive:”……Il sig. MARTINO si guarda bene dal dirci su chi ha indirizzato il suo prezioso voto e ci concede di sapere solo che non ha votato De Luca”...... continua
Antonino MarinoMer, 25/07/2018 - 15:12 July 25, 2018

che ognuno di noi ha il diritto di mettere lingua su problematiche pertinenti la comunità in cui vive, quando lo ritiene opportuno. E comunque – quanto alla batosta presa da Accorinti – se ne faccia una ragione, poiché anche una buona parte di quelli che si definivano estimatori non l’ha votato. Che poi chi ne ha occupato il posto sarà capace di fare di più e meglio, ancora è tutto da scoprire. Mio caro “LAPAURAFA90” Quanto al termine “ACCUCCIATO” che lei sgarbatamente e gratuitamente mi assegna e che restituisco a Lei e a tutte le persone che, “ACCUCCIATE” dietro una sigla o uno pseudonimo, si permettono di esprimere giudizi campati in aria, Le preciso quanto segue. Tra qualche giorno ne compio ottantuno.... continua
Antonino MarinoMer, 25/07/2018 - 15:10 July 25, 2018

. Ora, le possibilità sono solo due: o lei ha voluto fare dello spirito, stupido e fuori luogo, oltre che offensivo, oppure le consiglio di prenotare una visita oculistica urgente, stante il fatto incontestabile che il mio cognome nella Lettera pubblicata è scritto a caratteri cubitali visivamente percepibile anche da un vedente al 50%. 3) Quanto al “taiuni” gustabile all’aria aperta, rimango tra quelli – pochi o molti che siano – cui il solo olfatto di certe “frattaglie” fa venire il voltastomaco. 4) Quanto alla mia “solerzia” nel segnalare al nuovo Sindaco alcuni dei tanti problemi che assillano la città, Le assicuro, egregio “LAPAURAFA90” che della Giunta Accorinti, a Lei legittimante cara ma a me no, Le rispondo .... continua
Antonino MarinoMer, 25/07/2018 - 15:05 July 25, 2018

A proposito del commento di “LAPAURAFA90” alla mia Lettera aperta al Sindaco De Luca, desidero puntualizzare alcuni aspetti che mi pare siano stati travisati, attraverso espressioni connotati da alterigia con finiture di gratuita boria, dall’anonimo “commentatore”. 1) Io non ho alcun problema ad affermare che nella tornata elettorale di che trattasi, il mio voto non è andato a nessuno e, a seguire, gliene darò inequivocabile dimostrazione. 2) Egregio “LAPAURAFA90” Lei nel suo sapiente commento, storpia per ben quattro volte, il mio cognome, aggiungendo una “T” e chiamandomi MARTINO, invece che MARINO..... continua
LaPauraFa90Sab, 21/07/2018 - 11:44 July 21, 2018

Il signor Martino si guarda bene dal dirci su chi ha indirizzato il suo prezioso voto, ci concede di sapere solo che non ha votato De Luca. Eppure, sarebbe stato interessante scoprire chi, l’integerrimo Martino, riteneva all'altezza di risolvere il problema dei baracchini del tajone sul viale Giostra, che attentano alle sofisticate pretese olfattive del suddetto. Dal canto mio, sarei curioso se il solerte lettore abbia fatto le stesse affermazioni all'indomani dell'insediamento della precedente giunta, ma qualcosa mi dice(la battuta sulla magistratura politicizzata lo palesa abbondantemente)che il Martino fosse ben accucciato sotto il rassicurante tavolo di chi ha consegnato nelle mani di Accorinti una Massina degna del peggior dopo guerra.