“Neuro oncologia chirurgica 2.0”. Non è fantascienza ma eccellenza messinese - Tempo Stretto

“Neuro oncologia chirurgica 2.0”. Non è fantascienza ma eccellenza messinese

“Neuro oncologia chirurgica 2.0”. Non è fantascienza ma eccellenza messinese

sabato 17 Marzo 2018 - 08:44
“Neuro oncologia chirurgica 2.0”. Non è fantascienza ma eccellenza messinese

Al Policlinico i migliori professionisti italiani del settore si sono confrontati sulla cosiddetta Awake Surgery, ma anche sulla chirurgia guidata dalla fluorescenza, la nuova tecnologia che consente di “illuminare” il tumore e definirne chiaramente i contorni e sulle nuove tecnologie per la prevenzione e la gestione delle complicanze.

Poter essere svegli durante l’operazione di rimozione del proprio tumore cerebrale, consentendo ai neurochirurghi di rispettare e quindi salvaguardare le aree cerebrali ad elevato significato funzionale, di scongiurarne il rischio di lesione e di ridurre così al minimo le complicanze.

Non è fantascienza ma è la “Neuro oncologia chirurgica, 2.0”, al centro di un convegno – presieduto dal professor Antonino Germanò – che si è tenuto al Policlinico Universitario di Messina con il patrocinio dell’Università, dell’Azienda Policlinico e della Società Italiana di Neurochirurgia.

“In passato – spiega il neurochirurgo – il rischio maggiore connesso a questo tipo di operazioni era legato al fatto che non eravamo certi, prima del risveglio del paziente, di essere riusciti a salvaguardare le sue aree funzionali. Oggi invece, grazie alle nuove tecnologie, durante l’operazione stimoliamo le aree limitrofe al tumore e, sulla base delle risposte che il paziente dà a domande poste dai neuro psicologi, siamo in grado di capire se stiamo compromettendo ad esempio le sue capacità cognitive, o in base al movimento degli arti, le sue funzioni motorie. In questo caso cerchiamo un percorso più idoneo a intervenire senza pregiudicarle. Per questo oggi, finalmente, possiamo dire ai pazienti di stare sereni, perché abbiamo un controllo quasi totale del rischio”.

Attraverso un format che ha puntato a consentire una ampia ed informale discussione, i migliori professionisti italiani del settore si sono confrontati proprio sulla cosiddetta Awake Surgery, ma anche sulla chirurgia guidata dalla fluorescenza, la nuova tecnologia che consente di “illuminare” il tumore e definirne chiaramente i contorni e sulle nuove tecnologie per la prevenzione e la gestione delle complicanze.

A precedere il convegno la sezione di neuro oncologia della SINCH di cui è responsabile il prof. Filippo Flavio Angileri.

Numerosi gli interventi “da sveglio” eseguiti con successo nel corso degli ultimi anni al policlinico universitario, uno dei pochissimi centri in Italia a fare operazioni di questo tipo e con tutte queste potenzialità.

“Il segreto dell’evoluzione scientifica in questo campo e dell’eccellenza raggiunta a Messina – spiega Germanò – ritengo sia attribuibile alla capacità che abbiamo avuto di fare squadra. Qui a Messina esiste, infatti, un gruppo affiatato di neurochirurghi che solo grazie a un intervento sinergico riesce a raggiungere risultati straordinari come questo. In sala operatoria insieme ai neurochirurghi c’è una equipe composta da neuro psicologi, neuro anestesisti, neurologi, tecnici di sala operatoria dedicati ed altamente specializzati”.

E le nuove frontiere? “Il futuro – conclude Germanò – potrebbe essere una tecnologia che ci consenta di individuare in pochissimi secondi la tipologia di tumore che abbiamo davanti. Oggi esiste un gioiello della tecnologia – presente nei laboratori del professor Luigi Mondello, docente di chimica analitica all’Università degli Studi di Messina – che viene usato per sofisticatissime analisi: stiamo lavorando per capire se si possa utilizzare anche nel nostro campo. I limiti esistono solo nella nostra mente. L’evoluzione si ha quando crediamo possibile ciò che ai più sembra impossibile e ci muoviamo insieme per realizzarlo”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007