Giro di sostanze dopanti tra le palestre: arresti e sequestri tra Messina e Villafranca. VIDEO - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Giro di sostanze dopanti tra le palestre: arresti e sequestri tra Messina e Villafranca. VIDEO

Veronica Crocitti

Giro di sostanze dopanti tra le palestre: arresti e sequestri tra Messina e Villafranca. VIDEO

venerdì 02 Ottobre 2015 - 10:24

Tra i farmaci sequestrati ve n’erano anche alcuni non commerciabili in Italia che, attraverso uno degli indagati che era titolare di alcune palestre di Bratislava e del salernitano, venivano acquistati ed importati dalla Slovacchia.

Prescrivevano, vendevano e somministravano anabolizzanti, insieme a piani di allenamento e diete ferree, tutti ad uso e consumo di culturisti ed avventori di due note palestre cittadine. E erano proprio sostanze dopanti come stanazolo, trembolone, metenolone, oxandrolone, nandrolone, boldenone e insulina, alcune neanche commerciabili in Italia, quelle che giravano nella Girolamos’s Gym di Messina e nella Body Elegance Center di Villafranca Tirrena.

Sono in tutto 11 le persone finite nel mirino dell’Operazione Bratislava, che stamani ha posto la parola “fine” ad un grosso giro di sostanze dopanti che gravitavano nel mondo del fitness. A finire ai domiciliari sono stati Girolamo Grasso, 54enne messinese, titolare della Girolamo’s Gym, Domenico Battaglia, 53enne di Rometta, titolare della Body Elegance Center, Mario Amato, 30enne di Rometta, personal trainer, Rosario Mesiti, 38enne messinese, personal trainer, Michele Fanis, 32enne di Palermo, e Simone Pellegrino, 24enne di Pontecagnano Faiano, mentre un altro individuo risulta tutt’ora ricercato. Obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria, invece, per Antonino Settimo, 29 anni, Wender Viola, 28 anni, Patrizia Mirabile, 46 anni, e Giovanni Radessich, 43 anni di Villafranca. Il reato a cui rispondono tutti, a vario titolo, è quello di aver prescritto, commercializzato e ricettato farmaci e sostanze farmacologicamente o biologicamente attive, attraverso canali diversi dalle farmacie aperte al pubblico, in assenza di controlli e prescrizioni mediche.

Le indagini, coordinate dal Sostituto Procuratore Diego Capece Minutolo, sono scattate nell’aprile del 2012 e sono durate per circa un anno. Dodici mesi in cui i poliziotti della Squadra Mobile di Messina hanno sequestrato, a più riprese, diverse sostanze anabolizzanti, in particolare a novembre 2012, marzo ed aprile 2013, febbraio 2014. Tra i farmaci sequestrati ve n’erano anche alcuni non commerciabili in Italia che, attraverso uno degli indagati che era titolare di alcune palestre di Bratislava e del salernitano, venivano acquistati ed importati dalla Slovacchia. Da qui il nome dell’operazione di oggi che ha reso necessaria, tra l’altro, anche la collaborazione dei poliziotti di Palermo e Salerno. Le palestre Girolamo’s Gym e Body Elegance Center sono state sequestrate. (Veronica Crocitti)

Tag:

6 commenti

  1. PESSIMO ESEMPIO PER I RAGAZZINI E I SINGOLI ATLETI DOVRANNO ESSERE CONDANNATI, SE CI SONO PROVE CERTE, A PENE PESANTI E SENZA SCONTI. NESSUNA CLEMENZA O PERDONO GIUDIZIRIO O ALTRE MINC…TE PENSE DURE

    0
    0
  2. PESSIMO ESEMPIO PER I RAGAZZINI E I SINGOLI ATLETI DOVRANNO ESSERE CONDANNATI, SE CI SONO PROVE CERTE, A PENE PESANTI E SENZA SCONTI. NESSUNA CLEMENZA O PERDONO GIUDIZIRIO O ALTRE MINC…TE PENSE DURE

    0
    0
  3. LA REDAZIONE DOVREBBE PUBBLICARE ARTICOLI SU PRODOTTI DOPANTI CHE PROVOCANO IL CANCRO E PUBBLICARE I NOMI DI ATLETI, ANCHE STRANIERI CHE SONO MORTI PER CANCRO CAUSATI DA ANABOLIZZANTI E PROCHERIA VARIE. PUBBLICATE LE LORO STORIE DI MALATTIE ATROCI E SOFFERENZE. SOLTANTO COSI’ GLI IDIOTI CHE VEDONO FOTOGRAFIE DI GIORNALI MENSILI SPECIALIZZATI CON IDIOTI CON MUSCOLI ENORMI MUOIONO PRIMA DI ANNI 40. TUTTO PER UN MINUTO DI NOTORIETA’, CHE MAGARI LE PERSONE CHE LI GUARDANO IN TV O IN EDICOLA LI CRITICANO, E MAGARI, LI DEFINISCONO CON PAROLE NON CERTE BELLE. CIO’ E’ VERO POSSO TESTIMONIARE CHE IN ALCUNE PERSONE HANNO CAUSATO SDEGNO. IL PROBLEMA PRINCIPALE ED UNICO E’ LA SALUTE. NON SI DEVE PASSARE IN SILENZIO.

    1
    0
  4. LA REDAZIONE DOVREBBE PUBBLICARE ARTICOLI SU PRODOTTI DOPANTI CHE PROVOCANO IL CANCRO E PUBBLICARE I NOMI DI ATLETI, ANCHE STRANIERI CHE SONO MORTI PER CANCRO CAUSATI DA ANABOLIZZANTI E PROCHERIA VARIE. PUBBLICATE LE LORO STORIE DI MALATTIE ATROCI E SOFFERENZE. SOLTANTO COSI’ GLI IDIOTI CHE VEDONO FOTOGRAFIE DI GIORNALI MENSILI SPECIALIZZATI CON IDIOTI CON MUSCOLI ENORMI MUOIONO PRIMA DI ANNI 40. TUTTO PER UN MINUTO DI NOTORIETA’, CHE MAGARI LE PERSONE CHE LI GUARDANO IN TV O IN EDICOLA LI CRITICANO, E MAGARI, LI DEFINISCONO CON PAROLE NON CERTE BELLE. CIO’ E’ VERO POSSO TESTIMONIARE CHE IN ALCUNE PERSONE HANNO CAUSATO SDEGNO. IL PROBLEMA PRINCIPALE ED UNICO E’ LA SALUTE. NON SI DEVE PASSARE IN SILENZIO.

    0
    0
  5. Il video correlato è bellissimo.Adesso sò che per attaccare un cartello di sequestro servono 3 persone,1 nastro di imballaggio e un paio di forbici!…. ma siete seri?…..

    0
    0
  6. Il video correlato è bellissimo.Adesso sò che per attaccare un cartello di sequestro servono 3 persone,1 nastro di imballaggio e un paio di forbici!…. ma siete seri?…..

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x