Una buona Handball non basta per superare Haenna - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Una buona Handball non basta per superare Haenna

Piero Genovese

Una buona Handball non basta per superare Haenna

martedì 17 Ottobre 2017 - 22:53
Una buona Handball non basta per superare Haenna

Una coriacea Handball Messina disputa una prestazione di carattere contro il forte Haenna nella prima gara casalinga del campionato di serie A2 maschile.

25 a 19 maturato sul parquet del Pala Mili non deve portare a facili conclusioni. I ragazzi della Handball Messina, allenati da ach D’Arrigo hanno tenuto testa per tutti i sessanta minuti di gioco al sette ospite cedendo soltanto nelle fasi finali.

Prova corale di buon livello con un Catalin che tra i pali trasmette sicurezza, una organizzazione di gioco che ha mostrato consistenti progressi sia nella fase difensiva che nella costruzione delle azioni in attacco. Note positive arrivano anche dai giovani che vanno prendendo sempre più confidenza con la nuova serie.

Primo tempo giocato sul punto a punto con capitan Minissale e compagni costretti a inseguire ma sempre in partita. Vantaggi contenuti in uno-due lunghezze con Messina che è lì e ci crede tanto da andare all’intervallo in ritardo di una sola marcatura (9-10).

Un equilibrio di valori che è continuato anche nel corso della ripresa con Messina che impatta dopo pochi secondi con Freni (13-13) e non molla anche dopo il nuovo mini break ospite (15-18). I ragazzi di D’Arrigo si portano a un passo dall’aggancio (17-18), poi un paio di occasioni non gestite al meglio spianano la strada all’ultimo strappo ennese che stavolta si rivela decisivo.

Soddisfatto al termine dell’incontro l’allenatore dell’Handball Messina per la prova della sua squadra. “Sono molto contento della prova dei ragazzi, hanno messo in pratica sul campo quello che avevo chiesto in settimana. Una prova di grande determinazione ma anche qualità di gioco contro un avversario di qualità e lo ha fatto vedere anche oggi”. D’Arrigo prosegue poi nella disamina. “Non era facile affrontare l’Haenna dovendo peraltro rinunciare a un elemento come Abbate che sappiamo bene quanto sia importante per i nostri equilibri di squadra. Abbiamo saputo mettere da parte le difficoltà di questo tipo di match, compresa l’emozione per l’esordio casalingo. Siamo sempre rimasti attaccati nel punteggio, soltanto nei minuti conclusivi è subentrata un po' di stanchezza che l’Haenna ha saputo ben sfruttare per allungare le distanze. Ma, risultato a parte, sono contento di quello che ho visto e se giochiamo anche le prossime partite con questa mentalità credo che possiamo costruire qualcosa di buono in questo campionato”.

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007