Letojanni: espugnato il campo del Papyro si pensa già al Palermo - Tempostretto

Letojanni: espugnato il campo del Papyro si pensa già al Palermo

Letojanni: espugnato il campo del Papyro si pensa già al Palermo

martedì 06 Dicembre 2016 - 05:00

La Siciliana Maceri si aggiudica il derby e fa sognare i tifosi. Grandi soddisfazioni dopo un inizio di stagione stentato

Stavolta non c’è stata la prestazione perfetta. Una di quelle da incorniciare e da ricordare negli annali della storia della pallavolo locale. Ma per vincere 3 a 1 contro un Papyro Fiumefreddo arrembante e molto organizzato per la Siciliana Maceri Volley Letojanni c’è voluta tanta buona volontà. Un derby infuocato su un parquet difficile da espugnare che, nonostante le molte difficoltà di formazione del tecnico Fernando Centonze, è stato giocato abbastanza bene anche se con qualche errore di troppo soprattutto in ricezione. Un sestetto, orfano del centrale Schipilliti, che non ha però risparmiato nulla e che ha sbancato anche il Palazzetto comunale di via Etna, dove i ragazzi di mister Fernando Centonze hanno dimostrato ancora una volta di saper soffrire, reagire e fare risultato anche fuori dalle mura amiche.

Tutto grazie ad un Remo e ed un Calabrò recuperati in extremis e che hanno fatto la differenza. Oltre ad un Mazza, come al solito, in giornata straordinaria e ad un Barbera che sta lentamente crescendo di partita in partita. Un match iniziato con il Letojanni in grande spolvero che con un’ottima battuta e un muro efficace metteva in difficoltà gli avversari già nel primo set, quando si andava subito sullo 0 a 5 e sul 2 a 8 al primo time-out tecnico.

Il Fiumefreddo restava in balia degli avversari e gli ospiti continuavano a pigiare sull’acceleratore con Calabrò ottimo a servizio e Remo insuperabile a muro (alla fine saranno 20 i suoi punti totali). In un batter d’occhio si arrivava poi sul 5 a 16, con il Fiumefreddo che provava a rientrare in gara ma con i messinesi che controllavano bene e chiudevano facilmente sul 25 a 16 a loro favore. Nel secondo set gli jonici si adeguavano all’avversario e, credendo di aver chiuso già la pratica, cominciavano a commettere una serie di errori. Gli etnei erano più precisi in ricezione e si portavano avanti di tre lunghezze (8 a 5), ma Schifilliti e compagni reagivano prontamente. Mazza suonava la carica e iniziava a mettere a terra palloni pesanti. Il Letojanni agganciava così i catanesi sul 10 pari e si portava avanti di una lunghezza sul 15 a 16. A questo punto Calabrò e Remo firmavano un break importante ma, quando tutto sembrava volgere al meglio, i letojannesi subivano un pesantissimo parziale grazie ad una difesa e ad muro dei fiumefreddesi semplicemente perfetti, che conquistavano il set con un 25 a 23 finale.

Nella terza frazione di gioco il Letojanni partiva contratto, ma Barbera, Remo e Calabrò facevano la voce grossa a muro, recuperando il gap iniziale e portandosi sul 6 a 8. I ragazzi di mister Tani Frinzi Russo tentavano di rientrare in partita con Scuderi e Pappalardo in grande spolvero e si riportavano avanti sul 16 a 14. A questo punto gli ospiti, con un Mazza ancora in stato di grazia, piazzavano un break che gli consentiva di conquistare il parziale (19 a 25). Nel quarto set l’allenatore locale provava a mischiare le carte, inserendo Andronico e Patti, che provavano a recuperare lo svantaggio. Da questo momento si andava avanti a braccetto fino al 12 pari. Ma ancora una volta veniva fuori il maggior tasso tecnico dei letojannesi, bravi a piazzare i giusti colpi. Si andava così con un massimo vantaggio di 13 a 20, con i locali che provavano a rientrare in partita ma con un Letojanni che non commetteva più gli stessi errori del secondo parziale e chiudeva con un attacco vincente di Princiotta sul 21 a 25 finale.

Gara a tratti equilibrata, ma che alla fine ha portato ad un risultato molto favorevole per la formazione jonica che allunga in classifica a 19 punti (sotto c’è il Misterbianco a 18), a due punti dalla capolista Cinquefrondi. E adesso testa già al Palermo, che sabato prossimo giungerà al Pala “Letterio Barca” con l’intenzione di continuare a risalire la graduatoria, dopo un inizio di campionato stentato.

PAPYRO FIUMEFREDDO VOLLEY 1: Scuderi (12), Cavalli (5), Andronico (9), Zappalà (2), Cavazzi (8), Patti (7), Salanitro (3), Pappalardo (12), Lombardo (L). N.E.: Biondo, Leonardi, Vitale. ALL.: Tani Frinzi

SICILIANA MACERI VOLLEI LETOJANNI 3: Remo (20), Salomone (L), Mazza (19), Calabrò (13), Princiotta (10), Barbera (13), Schifilliti (1), Caravello, Alaimo, Scollo. N.E.: Schipilliti, Rigano. ALL.: Centonze

SET: 16-25; 25-23; 19-25; 21-25

ARBITRI: Gasparrina e Azzolina di Roma

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007