“Salva- Messina”, le azioni da mettere in campo settore per settore - Tempostretto

“Salva- Messina”, le azioni da mettere in campo settore per settore

Danila La Torre

“Salva- Messina”, le azioni da mettere in campo settore per settore

venerdì 09 Novembre 2018 - 09:52
“Salva- Messina”, le azioni da mettere in campo settore per settore

La cornice della manovra non è cambiata, ma è stato tracciato il percorso da seguire nei vari settori «per evitare – si legge nella piattaforma finale - il dissesto finanziario del comune di Messina e delle sue partecipate e per creare, nel contempo, le solide condizioni per il rilancio socio economico della città di Messina»

Se la pima fase della concertazione tra amministrazione e sindacati ha portato all’elaborazione definitiva della cornice del “Salva-Messina”, con una versione decisamente edulcorata rispetto a quella lacrime e sangue approvata dal Consiglio comunale lo scorso 15 ottobre (VEDI QUI) , il secondo tempo del confronto tra le parti nei vari tavoli tematici è servita a definire le singole azioni che dovranno adesso essere inserite in provvedimenti attuativi, molti dei quali dovranno passare al vaglio del Consiglio comunale. L’Aula è infatti chiamata entro il 20 novembre a rimodulare il piano di riequilibrio, esaminando e votando la manovra da 23milioni di euro messa a punto dall’amministrazione De Luca (VEDI QUI).

La cornice del Salva Messina 2.0 non è cambiata, ma è stato tracciato il percorso da seguire nei vari settori «per evitare – si legge nella piattaforma finale – il dissesto finanziario del comune di Messina e delle sue partecipate e per creare, nel contempo, le solide condizioni per il rilancio socio economico della città di Messina».

LE AZIONI DA INTRAPREDERE

Nel verbale finale relativo alla Piattaforma complessiva sui tavoli tematici del “Salva –Messina” vengono elencate le azioni concordate che dovranno essere messe in campo.

Vediamo settore per settore quale percorso amministrazione e sindacati (tranne Cgil e Uil, che non hanno firmato i verbali) hanno deciso di seguire.

GRUPPO PUBBLICO LOCALE: azioni comuni al palazzo municipale ed alle partecipate:

1. riorganizzazione dei servizi municipali e delle partecipate e ridistribuzione degli appositi spazi fisici del comune e del sistema delle partecipate finalizzati ad eliminare i fitti passivi ed a rendere più efficiente ed economico l'organizzazione allargata di gruppo.

2. Definizione quadro normativo di riferimento per verificare la possibilità di passaggio tra un società e l'altra o dal comune alle società oltre all'istituto del comando (con eventuali limiti);

3. armonizzazione dei sistemi informatici ed utilizzo di un'unica piattaforma gestionale per le attività municipali e del sistema delle partecipate.

4. Riorganizzazione e razionalizzazione dell'apparato burocratico comunale e del sistema delle partecipate mediante la riqualificazione e ricollocazione del personale dipendente e conseguenziale rideterminazione delle dotazioni organiche anche al fine di dichiarare eventuali esuberi di personale non più funzionale alle specifiche strategie di riqualificazione e ricollocazione;

5. Strategia di internalizzazione con la puntale indicazione dei servizi ed attuali costi in relazione all'analitica rappresentazione degli investimenti necessari con relativi risparmi conseguenziali all' internalizzazione dei servizi;

6. Cronoprogramma annuale dei costi, dal 2019 al 2033, per eventuali stabilizzazioni ed aumento delle ore del personale in servizio in relazione ai risparmi per pensionamenti previsti per il medesimo periodo;

7. Revoca di tutti i provvedimenti agevolativi a carattere socio – assistenziale, tranne per quelli che riguardano i disabili gravi e privi di assistenza familiare, ed istituzione del baratto amministrativo finalizzato: al recupero dell'evasione ed elusione corrente dei tributi e ridimensionamento del fondo crediti di dubbia esigibilità; costi per i servizi urbani;

SERVIZI SOCIALI

1. Mappatura dei bisogni con prioritaria erogazione dei servizi sociali obbligatori per legge;

2. Regolamento criteri per l'accesso ai servizi socio assistenziali: rideterminazione dei criteri di compartecipazione degli utenti ai costi dei servizi e verifica della possibilità economica dei soggetti obbligati a prestare assistenza per legge nell'ambito della famiglia e del grado di parentela;

3. Statuto agenzia;

4. Contratto di servizi;

5. Atto di indirizzo per la salvaguardia dei livelli occupazionali degli attuali operatori del settore socio- assistenziale;

6. Casa Serena: razionalizzazione dei costi ed investimento per ampliamento posti letto;

7. Cronoprogramma annuale risparmi per pensionamento: dal 2019 al 2033;

8. Individuazione del personale attualmente occupato (a quale data fare riferimento?) nei servizi sociali: definizione dell'albo con i criteri di inserimento e relative priorità;

PALAZZO MUNICIPALE

1. Completamento procedure di Stabilizzazione ed aumento delle ore a 32 ore del personale part – time con definizione cronoprogramma annuale costi stabilizzazioni ed aumento delle ore a 32 in relazione ai risparmi per pensionamento dal 2019 al 2033;

2. Riorganizzazione degli orari di lavoro e di apertura degli uffici municipale e delle partecipate, fino alle ore 20:00 per due giorni la settimana, per migliorare i servizi agli utenti e per razionalizzare i buoni pasto per i dipendenti comunali e delle partecipate;

3. Revisione dei servizi erogati nelle sedi delle circoscrizioni, personale utilizzato e costi per funzionamento ed eventuali locazioni;

4. Costituzione ufficio unico delle entrate municipali (messi notificatori – rafforzamento del personale amministrativo contabile);

5. Rafforzamento squadra di pronto intervento e manutenzione ordinaria patrimonio comunale;

6. Istituzione di un ufficio comunale finalizzato alla programmazione, reperimento fondi extra bilancio comunale, progettazione ed accelerazione della spesa anche ai fini del conseguimento delle soglie premiali;

7. Creazione squadra addetti al verde pubblico;

8. Creazione ufficio programmazione e progettazione;

9. Istituzione del servizio di contrasto al randagismo: investimenti e risorse umane necessarie;

10. Accorpamento e riorganizzazione dipartimenti e definizione dei criteri per reintroduzione PO ed AP;

11. Creazione uffici unici del gruppo pubblico locale:

a. Ufficio riscossione e recupero crediti;

b. Ufficio ragioneria generale;

c. Ufficio rilevazioni presenze e cedolini paga;

d. Ufficio relazioni utenti (Centralino – sito – customer);

e. Ufficio legale e contenziosi;

f. Ufficio programmazione e progettazione;

g. Ufficio sicurezza sui luoghi di lavoro;

12. Strategia di riduzione di almeno il 70% degli attuali costi di gestione ed oneri energetici degli impianti sportivi con l'affidamento pluriennale a soggetti privati disponibili a farsi carico della manutenzione ordinaria, straordinaria ed interventi per il fotovoltaico ed effìcientamento energetico delle strutture anche mediante singoli project financing;

13. Costituzione società di valorizzazione immobiliare per la gestione, riclassificazione e valorizzazione del patrimonio immobiliare mediante l'individuazione dei cespiti da mantenere nel patrimonio municipale e quelli da dismettere;

14. Razionalizzare e riprogrammare di tutte le risorse extracomunali riducendo la frammentazione e duplicazione di interventi omogeni riducendoli a interventi quadro – sistema;

SETTORE RIFIUTI . MESSINASERVIZI BENE COMUNE

1. Modifiche statutarie

2. Nuovo contratto di servizi;

3. Piano industriale 2019 – 2021: nuovi servizi;

4. Piano Finanziario;

5. Personale da far transitare dalla SRR;

6. Ricollocazione dei meccanici ed autisti presso ATM per centro unico officina e potenziamento trasporto;

7. Allineamento delle qualifiche alle effettive mansioni;

8. Vertenza ferie non godute lavoratori ex Messinambiente (circa 1,2 milioni di euro)

SETTORE IDRICO. AMAM

1. Nuovo Statuto

2. Nuovo contratto di servizi

3. Piano industriale 2019- 2021 (POT-PEF PIANO INDUSTRIALE)

4. Servizio idrico integrato – rapporti con Ati

5. Questione personale ex Cea ed ex Agrinova

SETTORE TRASPORTI . ATM

1. Delibera di messa in liquidazione;

2. Statuto nuova società;

3. Nuovo contratto di servizi;

4. Piano industriale 2019 – 2021 : nuovi servizi (es. trasporto scolastico – sistema ganasce ecc. ecc.);

5. Immobili da patrimonializzare

6. Creazione officina del gruppo pubblico locale con lavoratori proveniente anche da Messina Servizi;

7. Riqualificazione e realizzazione di un nuovo sistema di trasporto di massa: progettazione e partecipazione al bando;

Tag:

Un commento

  1. E il tram volante non c’è più?

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007