Pdl, Mpa, Udc, Fli, sindacati: ecco chi vogliono alla guida dell’Autorità portuale - Tempostretto

Pdl, Mpa, Udc, Fli, sindacati: ecco chi vogliono alla guida dell’Autorità portuale

Pdl, Mpa, Udc, Fli, sindacati: ecco chi vogliono alla guida dell’Autorità portuale

Tag:

venerdì 29 Luglio 2011 - 08:52

C’è la benedizione di Rocco Crimi sul nome di Turi Leonardi. Quella di Lombardo su Fortunato Romano. I centristi spaccati, i finiani sul comandante Santapaola. Spunta pure l’ex consulente del governo Prodi, Chiofalo. E la Cisl punta su Samiani

«Niente logiche spartitorie all’Autorità portuale», era stato il monito di Confindustria e Cisl alla vigilia della scadenza per la presentazione delle candidature alla presidenza. E invece la politica ci metterà eccome lo zampino nella scelta del successore di Dario Lo Bosco. Con all’orizzonte l’ennesimo, prevedibile scontro tra il Pdl cittadino (Buzzanca in testa) e il governatore Lombardo, col vantaggio, per il primo, che la scelta finale toccherà al ministro Matteoli, ministro “amico” del sindaco di Messina. La maggior parte delle candidature ha una precisa bandierina politica. Si parte dal primo nome uscito dalla roulette delle indiscrezioni, mesi or sono, quello di Turi Leonardi, ex sindaco ed ex presidente della Provincia. Il suo nome è stato fatto dal Pdl (in particolare dal capogruppo al Comune Capurro), con la benedizione di Rocco Crimi da Roma e anche dell’Oridne degli architetti. Da casa Mpa, invece, spunta fuori Fortunato Romano (proposto formlamente dal presidente del consiglio comunale Pippo Previti), che ha perso quasi contemporaneamente le poltrone di deputato regionale e di assessore comunale e adesso punta al piatto forte dell’Authority, con l’avallo di Lombardo. E mentre c’è già chi pensa ad un duello fino all’ultimo tra i due, ci sono outsider di tutto rispetto.

Come il comandante della polizia municipale Calogero Ferlisi, il cui nome è stato fatto da 27 consiglieri comunali su 45 e da cinque presidenti circoscrizionali su sei. Il presidente dell’Auhority deve avere un passato al vertice di un’azienda trasporti? Ecco allora Claudio Conte, da anni direttore generale dell’Atm, e Pino Cardile, in passato presidente dell’Atm stessa e oggi direttore amministrativo dell’Università. Cardile è uno dei due nomi Udc, presentato in particolare dall’area D’Alia (dal capogruppo Cilento, per l’esattezza). L’altra sponda centrista, quella Naro, col capogruppo Rizzo ha indicato un altro nome, quello del comandante Giovanni Zuccalà. Politica è anche la matrice degli altri nomi. Tommaso Santapaola, contrammiraglio, è gradito a Fli (il suo nome è stato fatto dal capogruppo Pergolizzi); Leonardo Santoro, ex commissario dell’Iacp, è stato caldeggiato dal consigliere di Forza Azzurri (area Beninati) Giuseppe Chiarella; poi c’è Francesco Tiano (titolare di un’agenzia di viaggi) che è stato proposto dal fedelissimo di Buzzanca Ticonosco.

E ancora, è stato Pippo Previti a presentare un’altra candidatura, quella dell’ex consulente del ministero dei Trasporti dell’era Prodi Giuseppe Chiofalo. Gli ingengeri spingono il loro presidente dell’Ordine, Santi Trovato, mentre l’ex comandante della Capitaneria, Antonio Samiani, è sponsorizzato dalla Cisl. Dal collegio dei geometri, infine, arriva il tredicesimo nome, quello dell’ing. Antonino Isgrò, di Milazzo.

3 commenti

  1. «Niente logiche spartitorie all’Autorità portuale»?????????????
    Ma fatemi il piacere……..
    L’unica persona che può occupare quella posizione è Francesco Di Sarcina!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    0
    0
  2. Ancora una volta la politica tenta di imporre i suoi candidati. Il Consiglio comunale propone Ferlisi, Crimi spinge Leonardi e i veri competenti (Samiani in testa) restano indietro. Bastano queste proposte per togliere ogni speranza. Città di m…, cittadini sudditi, stampa pavida. Perché Tempostretto non pubblica i curriculi dei candidati? Così si vedono le effettive competenze nel settore, come vuole la legge.

    0
    0
  3. Vista il “parterre de rois” esistente io proporrei il capo storico dei pescestoccari del mercato all’ingrosso. Mi sembra un nominativo degno di rispetto e che senz’altro ha un’esperienza, con il mare, maggiore di molti papabili…
    Che ne pensate?
    ha pure uno sponsor “politico”, il Movimento NO TEM (“Teste di Minchia”)
    E’ perfetto !!!

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007