Ponte sullo Stretto, il progetto sul tavolo della convention di FI in Sicilia - Tempostretto

Ponte sullo Stretto, il progetto sul tavolo della convention di FI in Sicilia

Alessandra Serio

Ponte sullo Stretto, il progetto sul tavolo della convention di FI in Sicilia

lunedì 15 Novembre 2021 - 07:15

Matilde Siracusano pone al suo partito la centralità del progetto per l'economia del Sud

La deputata messinese azzurra Matilde Siracusano torna a intervenire sul Ponte sullo Stretto, intervenendo alla convention di Forza Italia a Mazzara del Vallo.

Dal palco dell’incontro “La nostra forza”, organizzata da Gianfranco Micciché e che ha riunito gli esponenti del partito di Berlusconi in Sicilia, Matilde Siracusano ha definito il Ponte: “Uno schock per l’economia del sud”.

“La Sicilia è una terra dalle enormi potenzialità, ancora in parte inespresse. Lo sviluppo della nostra Regione e la piena realizzazione della sua vocazione turistica sono in stretta relazione con lo sviluppo delle infrastrutture e dall’alta velocità: quella vera, quella che hanno i territori del Nord. Il 40% delle risorse del Pnrr, legato alle riforme, sono un’opportunità che dobbiamo cogliere e non possiamo sprecare: i fondi europei arriveranno e saranno tanti, toccherà a noi spenderli presto, bene e in modo intelligente. In questo scenario la realizzazione del Ponte sullo Stretto di Messina diventa essenziale. Il dibattito intorno a questa grande opera si è riacceso solo grazie alla crociata che Forza Italia ha fatto e sta continuando a fare in Parlamento”, ha detto l’esponente azzurra.

“Il Ponte sarebbe un acceleratore strategico alla realizzazione di tutte le altre infrastrutture complementari, e soprattutto rappresenterebbe un volano positivo per la transizione ecologica e per la riduzione delle emissioni. E in più si renderebbe protagonista di quello shock economico che il Mezzogiorno attende da troppo tempo: attrarrebbe lavoro, turismo, sviluppo e crescita. Il tempo dei tentennamenti è finito e ci aspettiamo, dunque, una presa di posizione chiara da parte del Governo”.

Tag:

3 commenti

  1. bonanno giuseppe 15 Novembre 2021 07:58

    a riodicoliiiiiiiiiii ci avete ridotto nella merda piu assoluta in tutto e ancora avete il coraggio di farci spendere inutili soldi per il PONTE ,ma vergognatevi 70 anni da DC a Musuumeci………dalla Sanita, ai trasporti, fatiscenti strutture Viarie e Ferroviarie, Autostrade gruviera, strade provinciali che chiamarle trazzere è dir poco, terzo settore inesistente, a munnizza nni mancia l’Occhi, le colline franano ogni gocciu di acqua du cielu, coste erose dai marosi, senza alcun rimedio utile, i torrenti ntuppati etc etc e parlate di PONTE. RIDICOLIIIIIIIIIIIIIIII

    1
    1
  2. Come si fa a dire e scrivere che il Ponte “soprattutto rappresenterebbe un volano positivo per la transizione ecologica e per la riduzione delle emissioni” quando il Ponte non farà altro che spostare il trasporto verso il gommato notoriamente altamente inquinante a scapito del trasporto Ro-Ro che oggi avviene sulle navi e che è notevolmente meno inquinante? Tra l’altro il trasporto su gomma ha un notevole tasso di incidentalità con le ovvie conseguenze.

    2
    1
  3. Scusate invece di farci i Maroni(palle) con questo ponte lasciateci liberi mollateci risparmiate questi soldi noi vogliamo staccarci dall’Italia non vogliamo più stare con una sfruttatrice meglio pane e cipolla ma liberi

    0
    2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007