Presidenti di seggio cercansi, al Comune è corsa contro il tempo - Tempostretto

Presidenti di seggio cercansi, al Comune è corsa contro il tempo

Alessandra Serio

Presidenti di seggio cercansi, al Comune è corsa contro il tempo

sabato 11 Giugno 2022 - 07:02

Da Palermo a Messina, a poche ore dal voto mancano ancora tanti presidenti di seggio da nominare. E non è l'unico problema....

MESSINA – Mancano poche ore all’apertura dei seggi ma ancora mancano tanti presidenti da nominare nei 254 seggi della città di Messina. Ancora da rintracciare, poi, i relativi segretari e scrutinatori anche nei seggi dove il presidente è stato individuato. Un “buco” di oltre 70 persone.

E’ nera la situazione in riva allo Stretto, ma fa il paio con quella di Palermo e delle altre grandi città italiane impegnate nelle amministrative del 12 giugno, dove ovunque le rinunce dei presidenti di seggio papabili sono state decine e ancora ieri si faceva fatica a comporre lo staff di chi dovrà sovrintendere alle operazioni di voto.

Ovunque infatti le schede lenzuolo, l’accoppiamento con i referendum, le difficoltà create dalle modalità dettate per l’emergenza covid e l’aver individuato un solo giorno per le operazioni ha fatto desistere un numero impressionante di candidati, ancor prima di conoscere la paga, più bassa degli anni passati, almeno in Sicilia. Per questo non si escludono provvedimenti eclatanti a livello nazionale, nelle prossime ore.

Ieri la Corte d’appello di Messina ha inviato al Comune la lista dei presidenti che è riuscita a nominare e la lista dei papabili in surroga. A poco sono serviti, negli ultimi giorni, gli appelli agli avvocati e il coinvolgimento delle associazioni dei presidenti di seggio, che a più riprese avevano allertato del pericolo.

Un lavoro incredibile, quello dello staff guidato dal dirigente Demetrio Foti, condotto senza sosta anche e soprattutto in memoria della compianta Pina Guccione.

A Palazzo Piacentini hanno lavorato su una lista iniziale di circa 3 mila nomi – gli iscritti all’apposito albo, aggiornato dal Comune al 2021. Di questi, contattati, effettivamente disponibili ne sono rimasti davvero pochi. Nel frattempo le rinunce sono arrivate giornalmente a decine.

Al comune la Commissione presieduta da Nino Cammaroto, insieme alla segretaria generale Rossana Carruba, è riuscita a sostituire tutti i rinunciatari, lavorando su una lista “di riserva” e avendo contattato anche loro, per tempo, molti papabili. Anche a Palazzo Zanca, però, sono arrivati tanti per tirarsi indietro (nella foto, la coda all’ufficio elettorale del Comune. Tutti rinunciatari?).

Per questo anche ieri sera le associazioni dei presidenti di seggio hanno lanciato un appello su tutti i loro canali per chi volesse presentarsi oggi al Comune per far parte dei seggi. Il Comune ha poche ore per le nomine, e in subordine in linea teorica toccherà alla Prefettura attivarsi.

Anche a riuscire a scongiurare il pericolo della mancata copertura dei seggi, certamente si presenterà quello della inesperienza di molti componenti. Su questa elezione, quindi, graveranno certamente i rischi disordini e futuri ricorsi al Tar.

Per dare la propria disponibilità occorre presentare, entro le ore 11 di sabato 11 giugno, questo modulo
direttamente presso il Servizio Elettorale, sito a Palazzo Zanca (Piazza Unione Europea), piano terra, stanza n. 3, o inviarlo alla seguente mail elettorale@comune.messina.it . Il richiedente dovrà anche individuare precauzionalmente un segretario che, in caso di nomina, dovrà assisterlo nelle operazioni del seggio elettorale.

2 commenti

  1. Questa situazione disastrosa e drammatica perché i politici non hanno voluto che il voto si svolgesse anche il lunedì (i motivi di questa scelta non si capiscono) – ed ancora molti cittadini che non possono aspettare in fila per votare dovranno rinunciare al loro diritto al voto (considerate le molte schede) – vedremo poi innumerevoli problemi ed errori in fase di spoglio dei voti. E per finire molti politici fanno di tutto per fare aumentare le astensioni dal voto!

    0
    0
  2. Ma per 280 €uri con 8 schede da scrutinare ed un impegno di circa 24 ore equivalgono a € 2,70 ad ora per scheda, sinceramente io preferisco restare al bar e gustarmi una granita caffe’con panna ed aspettare di assistere allo scrutinio delle schede senza rischiare penalmente nulla.

    1
    0

Rispondi a Lentopede Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007